L'ultima invenzione relativa alle e-cig comporta la sostituzione della nicotina con la citisina che ha un effetto simile. Vediamo perché...

Dopo il nostro articolo "La nicotina.. Tossica e non tossica?" e dopo aver per lungo tempo parlato di cos'è la Nicotina e dei dei suoi effetti e presenza negli E-liquid oggi parliamo di un nuovo argomento ponendo come base l'idea che la nicotina potrebbe essere soppiantata dalla Citisina.

La Citisina è un alcaloide - un composto organico - (Cj1H142O) che si trova in tutte le parti e specialmente nei semi di una pianta, "il maggiociondolo", il cui nome scientifico è Cytisus Laburnum. E' stata già usata in passato "nella lotta contro il fumo" in forma di compresse e nella nostra Europa (commercializzata da una società Bulgara) è conosciuta sotto il nome di Tabex o Desmoxan.

In passato durante la seconda guerra mondiale le foglie delle pianta venivano usate come sostituzione al tabacco. I soldati "russi" chiamavano questa pianta "Finto Tabacco" proprio per le sue proprietà simili a quelle che si ottenevano dalla combustione di una sigaretta e di contro all'assunzione della nicotina. nel 1978 viene intrapreso uno studio che porterà la "Citisina" ad essere identificata come la sostanza che in assoluto - a livello farmacologico - è più vicina alla nicotina. 

Ben tre anni fa' nel 2014 uno studio pubblicato nel " News England of Medicine" ha constatato che tale composto era molto efficace e poteva essere inserito tranquillamente in una terapia - "contro il fumo" - in sostituzione della nicotina. Combinato con un supporto comportamentale - che tendeva ad eliminare quei gesti quotidiani -  la citisina è stata trovata superiore a qualsiasi altra terapia di sostituzione delle sigarette in quanto induceva i fumatori a smettere di fumare ma, anche se ben tollerata alle dosi terapeutiche vennero riscontrati anche effetti "avversi" segnatati dallo studio stesso o dai suoi utilizzatori:

  • Mal di testa;
  • Bruciore di stomaco;
  • Nausea;
  • Vomito;
  • Disturbi digestivi;
  • Vertigini;
  • Debolezza muscolare;
  • Tachicardia.

Negli E-liquid per sigaretta elettronica

Una possibile soluzione di utilizzo nei liquidi per sigarette elettronica potrebbe risultare composta dal 90% di glicole propilenico e il 10% di citisina. Questo è l'obbiettivo di una ricerca-invenzione-studio che tende a fornire un liquido contenente tale alcaloide estratto o sintetico che va dallo 0,000000001% al 99,999999999% del volume liquido dato. Questa è la parte fondamentale del brevetto presentato dalla Sumo Brain (aggiornato al 2015).

La Citisina in effetti ha dimostrato sia negli studi effettuati che sull'utilizzo a lungo termine di provocare effetti molto simili prodotti dall'assunzione della nicotina con effetti stimolanti per il sistema nervoso, aumento della secrezione dell'adrenalina e stimolando il centro vasomotore portando successivamente ad una pressione sanguigna elevata.

E' stato dimostrato inoltre d'avere proprietà che portano "MENO" dipendenza della nicotina quindi mancando l'aspetto "pericoloso" risulta una valida alternativa ancora da provare ed accertare.