Il cannabidiolo (CBD) è un metabolita della Cannabis indica. Ha effetti sedativi, ipnotici, anticonvulsivanti, antidistonici, .... 

Composizione Chimica del CBD

Capostipite della famiglia dei fitocannabinoidi.) prolungandone la durata di azione (attivando il pathway serotoninergico a livello del rafe dorsale) e al tempo stesso ne riduce gli effetti collaterali su frequenza cardiaca, respirazione e temperatura corporea.

In particolare il CBD interagisce come un'agonista verso i recettori dei cannabinoidi GPR55, verso i recettori vanilloidi TRPV1 e TRPV2 e verso i recettori per la serotonina 5-HT1a. Il cannabidiolo è inoltre un antagonista, non specifico, dei recettori cannabinoidi CB1 e CB2, dei recettori per gli oppioidi MOR e DOR e di altri neurotrasmettitori.

STUDIO USA: IL CANNABIDIOLO BLOCCA LE METASTASI CANNABIS, UNA CURA CONTRO IL CANCRO

Il cannabidiolo (CBD) è un metabolita della Cannabis indica. Ha effetti sedativi, ipnotici, anticonvulsivanti, antidistonici, antiossidanti e antinfiammatori.Si è rivelato inoltre in grado di ridurre la pressione endooculare ed è un promettente antipsicotico atipico. 

Il CBD potenzia l'efficacia analgesica del THC (Il delta-9-tetraidrocannabinolo (detto comunemente THC, delta-9-THC o tetraidrocannabinolo) che è uno dei maggiori e più notiprincipi attivi della cannabis.

La cannabis può essere somministrata in vari modi: oltre naturalmente tramite la combustione delle infiorescenze essiccate, anche per vaporizzazione. Ed è proprio questa la nuova e grande frontiera, tuttora inesplorata, del vaping. Essendo ancora illegale in Italia l’utilizzo e la somministrazione del Thc – il principio psicoattivo – è utilizzato un secondo cannabinoide estratto dalla pianta, il cannabidiolo, meglio conosciuto come Cbd. Del tutto legale e farmacologicamente testato, il Cbd è considerato un cannabinoide non psicoattivo. Ha un effetto sedativo che allevia vari dolori e sintomi: la maggior parte di coloro che ne fanno uso lo ricerca proprio per questo. I suoi usi officinali superano quelli di qualsiasi altro cannabinoide noto, fra cui la riduzione o la prevenzione d’infiammazione e nausea, diabete, schizofrenia, artrite reumatoide, epilessia, patologie cardiovascolari, antipsicotico, ansiolitico e antidolorifico per gli spasmi muscolari o i dolori neuropatici, tradizionalmente più difficili da curare con qualsiasi rimedio medico, anche farmaceutico.

Pertanto concludendo oggi esistono molti liquidi o aromi al CBD che comunque non è illegale svapare. E' vero che comunque l'utilizzo di THC rimane sempre vietato dalla legge.