Laboratory Mod è un ramo di LaboratorItaly, che si occupa di progettazione, service stampa 3D e lavorazioni CNC.

1) Salve, come nasce l'idea di Laboratory Mod? Può raccontarci un pó la sua storia?
Laboratory Mod è un ramo di LaboratorItaly, che si occupa di progettazione, service stampa 3D e lavorazioni CNC.
Lo staf del nostro laboratorio dispone di competenza decennale nel settore della micromeccania ed elettromeccanica e abilità artigianali nella finitura del prodotto. L’idea nasce nel dicembre 2016 dopo alcune richieste di progettazione e costruzione di mod da parte di un amico titolare di un negozio di sigarette elettroniche.
inizialmente ci limitavamo a service di stampa 3d e assistenza alla progettazione per diversi modder italiani, poi con il tempo ci veniva chiesto di progettare e realizzare da zero il prodotto.
Dopo mesi di collaborazioni abbiamo deciso di uscire con il nostro primo prodotto con marchio Laboratorymod,la Personal Box ed è stato un successo inaspettato, soprattutto per la novità di costomizzare a piacimento la propria mod oltre ad un prezzo di vendita molto competitivo.
2) Abbiamo visto ed avuto il piacere di provare già due dei suoi prodotti interamente Laboratory Mod, adesso è nata una collaborazione con "Da Vinci Mod" come mai questa scelta?
Abbiamo cercato di aumentare la qualità dei componenti rispetto ai lavori precedenti,montando tazze davinci che a sua volta ci ha permesso di conoscere Ferdinando Langella,persona molto competitiva e professionale in questo mondo. Da una collaborazione tra fornitore/cliente è nata anche un amicizia e stima reciproca, che a sua
volta si è trasformata in una collaborazione unendo i due marchi per un progetto innovativo, la Exodus.
Senza questa collaborazione non saremmo riusciti ad arrivare da un prototipo funzionante a una produzione in cosi poco tempo.
3) Sul mercato i suoi prodotti si sono stati immessi ad un prezzo fortemente competitivo, scelta di mercato? Oppure è una scelta saggia nel rispetto del consumatore?
E' stata una scelta nel rispetto del consumatore, riusciamo ad avere prezzi competitivi perché siamo produttori, realizziamo quasi tutto internamente al nostro laboratorio e la collaborazione con Da Vinci Mods ci ha permesso ancor di più di rispettarla.
4) Il suo ultimo prodotto porta il nome di "Exodus" come mai? Può descrivercelo? Scelta dei materiali, innovazioni, come nasce la progettazione?
Il nome Exodus significa esodo, noi lo abbiamo interpretato come un cambiamento nella costruzione delle nostre precedenti mod,un nuovo sistema che permette di avere più solidità strutturali e più sicurezza visto il facile inserimento della batteria senza il rischio di svrapparle.
L’idea nasce appunto per dare una struttura solida e creare un sistema nuovo nel settore, abbiamo utilizzato nylon per la scocca e ottone come tappo superiore lavorato in inc da pezzo pieno e placcato argento che funge da contatto negativo. La lamella positivo e la tazza sono anche loro interamente placcate argento.
5) Cosa ne pensa delle attuali box che superano i 250 euro che si trovano sul mercato?
Pochi prodotti giustificano un costo cosi elevato, alcuni materiali tipo l’ultem ha un costo importante sia come materia prima che lavorazione, poi bisogna vedere l’aspetto artigianale e decorativo che può incidere sui costi di produzione.
6) Secondo lei l'hype che si crea su questi prodotti (bf in generale) è una cosa giusta oppure manca il buon senso?
Preferisco non rispondere perché non rientra nelle nostre scelte commerciali
7) Quante box fino ad oggi ha prodotto Laboratory Mod? Sono tutte acquistabili?
La Exodus è il terzo modello che costruiamo con il nostro marchio e sono tutte disponibili sul nostro shop e in molti negozi.
8) Può svelarci qualche anteprima sui suoi lavori futuri?
Stiamo lavorando ad una nuova box meccanica che andrà a sostituire la nostra serie S e una box
con DNA75c bf.

On Screen Facebook Popup by Infofru