Gli aromi sono delle essenze base o miscelate che permettono l'aromatizzazione dell'eliquid per la E-cig. Ne esistono diversi ecco quali.composizioni.

Gli aromi per E-liquid possono essere di svariata natura ma possono anche essere essenzialmente di due tipi:

Aromi pre-miscelati (in questo caso l'E-liquid sarà già miscelato con l'aroma e le percentuali di PG/VG/ACQUA e se presente nicotina sono già definite dal produttore; in questa categoria vediamo come le case di produzione hanno realizzato liquidi per sigaretta elettronica di tutti i tipi o maniere, sapori che riprendono cibi e pietanze sia dolci che salate e via così dicendo)

- Aromi concentrati (in questo caso, invece, l'aroma ha solo la presenza se pur in maggioranza del PG, ma non potrà il solo aroma concentrato essere svapato, dovrà necessariamente essere diluito e lasciato a macerare per qualche giorno. Non c'è purtroppo una regola ferrea su come miscelare gli aromi concentrati nelle basi neutre (PG/VG/ACQUA) la proporzione nella maggior parte dei casi è lasciata al vaper).

Gli aromi concentrati da diluire sono essenze ed estratti che servono per la preparazione “fai da te” del liquido per sigaretta elettronica da svapare. È molto importante sottolineare che gli aromi concentrati non vanno svapati da soli (si chiamano infatti aromi da diluire) in quanto risulterebbero sgradevoli al gusto e che alcuni aromi, se non diluiti, possono anche attaccare e rovinare il materiale di cui sono fatti i tank o le resistenze.

La prima cosa a cui bisogna pensare quando si vuole preparare un liquido partendo dall’aroma concentrato è avere l’attrezzatura adatta.
Niente di troppo difficile: servono dei guanti protettivi, cilindri graduati o beker graduati, siringhe con ago spuntato, pipette e boccette vuote.

Altra cosa fondamentale da avere è la base neutra per poter diluire l’aroma concentrato (per base neutra si intende il liquido miscelato già acquistato con glicole propilenico, glicerolo vegetale  e acqua e/o nicotina oppure la base neutra PG o VG.

In un flaconcino vuoto versare circa 10 ml di base neutra per concentrati (oppure la quantità da voi desiderata) ed iniziare ad aggiungere qualche goccia di aroma concentrato. Per 10 ml di liquido base, si consiglia di partire con 10 gocce  o 1 ml di aroma. Agitare energicamente per qualche secondo affinché tutto venga miscelato per bene ed effettuare un test. Se il sapore risulta troppo blando (leggero), aggiungere qualche altra goccia di aroma concentrato ed agitare nuovamente, finché non sarà raggiunta la gradazione desiderata.

Ogni aroma di ogni produttore ha delle capacità aromatizzanti diverse e va utilizzato o seguendo le indicazioni fornite. La proporzione standard da cui si consiglia di partire è utilizzare 1 goccia di aroma concentrato per ogni ml di base neutra, aumentando o diminuendo il dosaggio a seconda dei gusti personali e degli aromi utilizzati.

Una goccia “standard” equivale a 0,05 ml. Aggiungere 1 goccia di concentrato per ogni ml di base neutra, equivale quindi ad un’aromatizzazione del 5%.

Fai da te: i tempi di maturazione del E-Liquid
Prima dell’utilizzo, i componenti delle basi neutre devono avere il tempo di “legarsi” agli aromi prima di poterli veicolare. Per questo motivo è fondamentale che i preparati vengano lasciati riposare almeno un paio di giorni. La miglior maturazione si raggiunge dopo una o due settimane.

Non bisogna avere fretta e soprattutto non bisogna pensare che aggiungendo una quantità maggiore di aroma concentrato il liquido sarà più intenso. Gli aromi sono concentrati legati al Glicole Propilenico, che viene aggiunto quando vengono aggiunte le gocce. Questa aggiunta va a diluire ulteriormente la base neutra che si è già legata agli aromi. Per questo è importante che si lasci il tempo al liquido di maturare.

Fai da te: suggerimenti e trucchi per la diluizione degli aromi concentrati
Per evitare di sprecare grandi quantità di concentrati e base neutra, è opportuno iniziare la diluizione degli aromi concentrati utilizzando piccole quantità di prodotti, in modo tale che, in caso di scarsi risultati ottenuti, verranno buttati via pochi ml di aromi e base.

Se si vuole effettuare un test per valutare la riuscita del liquido, è possibile seguire i seguenti passaggi: agitare bene la boccetta, immergerla chiusa in una tazza d’acqua bollente e aspettare che l’acqua arrivi a temperatura ambiente: in questo modo saranno accorciati i tempi di maturazione per piccole quantità e si potrà testare subito il mix per valutarne l’esatta concentrazione dell’aroma.

Per provare i liquidi diluiti, è consigliabile utilizzare un atomizzatore che non sia quello utilizzato solitamente, che può essere sciacquato con l’acqua per utilizzarlo al successivo test, in modo tale da non rovinare il vostro migliore atomizzatore in caso di errata diluizione del liquido.