Tipologie di Cotone, quale usare e quale no. Quale è il migliore e quale conviene? Differenze e caratteristiche per non sbagliare....

Cotone giapponese in PADE' difficile gestire l'argomento "Cotone" in quanto ne esistono molti e di molteplici forme, tagli o caratteristiche. In questa piccola Guida su come il cotone sia entrato a far parte della vita di uno svapatore chiariremo bene i concetti sia storici che moderni del cotone che si usa nelle rigenerazioni.

INTANTO: Cos'è il cotone? Il tessuto di cotone si ricava tessendo filati di cotone ricavati dalla peluria che ricopre i semi di una pianta della specie Gossypium. Con il termine tessuto di cotone generalmente si intende indicare non solo tessuti fatti a telaio ma anche magline e jersey

Un po' di Storia: All'inizio, nell'inserimento della sigaretta elettronica nel mercato, il cotone non era neanche preso in considerazione. Strutturalmente erano le wick in silica a fare da padrone; vuoi per l'elevata resistenza al calore, vuoi per la loro robustezza le Wick in silica erano le preferite sia nelle "rigenerazioni di un tempo" sia nei "vaporizzatori AIO di un tempo" (basti pensare al Phatom primo atom all in one) .

Ad ogni modo la comunità dei vapers rigettò all'inizio l'utilizzo del cotone in quanto prove su prove facevano vedere che la silica "in secca" resisteva molto meglio che del cotone che "in secca" di bruciava istantaneamente. Il cotone però costava poco, alcuni acquistavano il cotone direttamente in farmacia o al supermercato (vivamente sconsigliato per la presenza di agenti chimici e sbiancanti) si comprava a poco prezzo ed era ottimo per la rigenerazione. Successivamente vedendo l'utilizzo molteplice del Cotone nacquero i cotoni per lo svapo (per lo più cotoni giapponesi): organici, puliti, semplici da usare, pre-tagliati e privi di qualsiasi agente chimico. Il mercato li adotto subito e cominciò la superproduzione.

Il Cotone e i suoi utilizzi: Il Cotone viene sbiancato per una questione prettamente estetica, e la nostra preoccupazione principale deve essere proprio "Con che agente chimico viene sbiancato?" Un Cotone utilizzato per le medicazioni, fatto per restare a contatto con la pelle o usato in ambito medico non è detto che sia utilizzabile per lo svapo. Stessa cosa vale per cotoni o similari utilizzati da dentisti e odontoiatri. Talvolta basta leggere la confezione. In assenza di precise indicazioni, ognuno si assume le proprie responsabilità.

DA EVITARE (parliamo di cotoni non prettamente usati per lo svapo):

Tutti i cotoni lavati con Cloro sono assolutamente da evitare. Il Cloro è cancerogeno anche se il cotone viene successivamente lavato.  Possiamo "leggermente" fidarci della dicitura presente in alcuni casi "non trattato con candeggiante ottico". Attenzione agli agenti Chimici presenti sulle etichette state "MOLTO MOLTO ATTENTI" (assolutamente da evitare tutti i cotoni chimici, Cottonfiock, assorbenti, cotone troppo bianco).

UTILIZZABILI MA CON ATTENZIONE (parliamo di cotoni non prettamente usati per lo svapo):

I cotoni lavati e sbiancati con acqua ossigenata potrebbero andare bene. Cotoni di tipo naturale, solitamente utilizzati nel campo della cosmetica, sono prodotti considerati di nicchia, ma sono sicuri e performanti. Nonostante una lavorazione utile a trasformarli in pad struccanti, si presentano leggermente grezzi. Mai del tutto bianchi, più tendenti all'avorio come colore, presentano delle macchioline che unitamente al colore ispirano fiducia su un lavaggio non chimico.

IN PRATICA PIU' GREZZO E' MIGLIORE PER LO SVAPO DOVREBBE ESSERE

Altri cotoni largamente diffusi in Europa spesso vengono venduti sotto il nome di Bocoton. In questo caso, principalmente, si parla di batuffoli, ma anche pad, di cotone bianchissimo e dall'aspetto "crespo". E' un cotone "non trattato con candeggiante ottico", ma come detto bianchissimo. Se acquistato in shop per lo svapo, l'etichetta riporta: Bocoton 100% - Bawelna bio - made in France. Bawelna è la traduzione di "cotone" in polacco. 
In realtà lo stesso prodotto in vendita in shop per la cosmesi riporta: Cotone non trattato con OGM, coltivato senza l'utilizzo di pesticidi chimci di sintesi. Cotone sbiancato con acqua ossigenata per maggiore pulizia e delicatezza. Imballagio biodegradabile a base di amido di mais geneticamente non-modificato.
Questo prodotto e' stato fabbricato con fibre naturali al 100%, la presenza di qualche vegetale puo' essere possible. Anche in questo caso possiamo dirci sicuri di quello che abbiamo tra le mani.

OK, VEDIAMO ALLORA I DIVERSI TIPI DI COTONE "PROPRI PER LO SVAPO", LE MARCHE E I TIPI, GLI UTILIZZI E LE SENSAZIONI.

Per assurdo partiamo con il dire: ogni cotone che userete e' possibile che dia un sapore diverso al liquido, pertanto se volete provare il cotone prima (senza bruciarlo) mettetelo in bocca e assaggiatelo; nel 90% dei casi e' il sapore che vi trovate in bocca quello che avrete durante lo svapo.

Il cotone per lo svapo lo troviamo in commercio in Pad, al metro, a corda, in grammi e in altrettante maniere e tipi, quindi è possibile trovarlo della stessa marca in maniere e tipologie differenti anche essendo lo stesso identico cotone.

Non è importante essenzialmente la marca o la tipologia, se ancora da tagliare o tagliato, original o gold edition, se più o meno pulito, in pad o in bustina, densità 1 o 2. L'importante è prendere in considerazione determinati parametri che servono per capire bene quale cotone usare nelle coil.

PREMESSA: TALI REGOLE POSSONO ESSERE IGNORATE, MA SONO DETTATE DA LETTURE E STRUTTURE PRESENTI NEI SOCIAL DA PARTE DI VAPER ESPERTI. PERTANTO IN CASO DI SBAGLIO LA MODIFICA PUO' TRANQUILLAMENTE ESSERE RICHIESTA ALLO STAFF.

1 regola LA DENSITA': 

Maggiore e' la densità del cotone, maggiore sarà il suo attrito nell'assorbimento. I Cotoni con densità alta ( e per densità si intende proprio la concentrazione della fibra di cotone e la sua maggiore presenza in un centimetro quadrato) sono utilizzati maggiormente negli atom per dripping. La maggiore densità serve per contenere il liquido che viene gettato sopra quindi non dovranno fare da filtro ma solo da contenitore del liquido per drippare.

Densità media o minima è richiesta invece quando il cotone deve fare da muro al liquido. Questo è maggiormente richiesto negli RTA o RDTA rigenerabili (esempio il griffin) dove il cotone fa da blocco al liquido per per "fisica" potrebbe salire fino ad allagare tutto (compresi noi). Negli RTA/RDTA il Cotone è importantissimo perchè un cotone troppo denso potrebbe portare a secche continue e non farebbe salire il liquido perchè non potrebbe assorbirlo bene,un cotone poco denso potrebbe invece far salire troppo il liquido e bagnare tutto. Fermo restando che ognuno ha delle preferenze e quelle restano proprio perchè ogni cotone esseno un mondo a se può piacere rispetto ad un'altro.

2 regola LA PROVENIENZA': 

La provenienza di un prodotto è sempre importante ma nel cotone questo non è proprio il parametro da usare per sceglierlo. La provenienza può essere molteplice da diversi posti del mondo ma questo non comporta che il cotone è migliore o peggiore, comporta solo la preferenza personale. C'è chi preferisce i cotoni americano, chi i giapponesi, chi addirittura i polacchi o gli olandesi.

3 regola IL SAPORE: 

Il sapore del cotone modifica anche il sapore del liquido che svapiamo. Questa è una verità di fatto. Molti vapers assaggiano il cotone prima di inserirlo nell'atom e tra le resistenze, alcuni addirittura lo annusano. Non esiste un cotone migliore dell'altro o peggiore e tutto in funzione ai gusti.

4 regola LA TIPOLOGIA: 

  • PRETAGLIATO/PAD: Il Cotone si presenza come dei rettagoli (pretagliati) grandi; di solito 10 cm x 5 cm da tagliare a strisce in base alle esigenze (alcune volte quando si usa questo cotone è sempre meglio eliminare lo strato superficiale da ambedue i lati del pad che sarebbe lo strato di lavorazione e pressurizzazione meccanica);
  • PACCO/GRAMMI: E' il cotone che viene venduto grezzo in grammi (esistono dei pacchetti proprio riportante i grammi nelle confezione);
  • PACCO/STRISCIA/NON LAVORATA: E' il cotone a pacchi che viene venduto filato composto da una mega striscia da tagliare secondo gli utilizzi, da fare molta attenzione che la parte orizzontale delle striscia non ha lo stesso verso di quella verticale.
  • STRISCIA/LAVORATA/MEGAPAD: E' il cotone in scatole che viene venduto filato composto da una mega striscia da tagliare secondo gli utilizzi, da fare molta attenzione che la parte orizzontale delle striscia non ha lo stesso verso di quella verticale.
  • PRETAGLIATO/STRISCIA: pretagliato è il cotone già tagliato a striscette da usare secondo gli usi più comuni. Alcuni produttore lo tagliano a striscette altri in rettangoli e così via.

Esistono anche altri tipologie di cotone che vengono create dai produttori ma li prenderemo piano piano in considerazione.

Ecco alcune delle marche e dei Tipi di Cotone trattati sopra e utilizzati per i diversi atoma rigenerabili.