Martedì, 08 Gennaio 2019 09:53

Deposito Fiscale (sigarette elettroniche): Come richiedere l'autorizzazione

Scritto da Fausto Zocco
Estratto dell'Istanza di autorizzazione Estratto dell'Istanza di autorizzazione Skyvape.it

L'istanza di autorizzazione alla gestione di un deposito fiscale e la modulistica presente sul sito istituzionale dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli.

L'articolo 2 del decreto ministeriale 29 dicembre 2014 getta le basi per l’autorizzazione alla istituzione e gestione di un deposito di prodotti liquidi da inalazione. Essendo ormai, a fronte della nuova regolamentazione del settore delle sigarette elettroniche, per la vendita di liquidi da inalazione con e senza nicotina, necessaria l'autorizzazione da parte di ADM (ex AAMS) la presentazione dell'istanza è fondamentale; come anche l'accettazione da parte di ADM.

La domanda è presente nella sezione modulistica del sito istituzionale insieme ad altri moduli importanti per il settore quali:

Il soggetto che intende istituire un deposito fiscale di prodotti liquidi da inalazione presenta, ai sensi dell’articolo 2 del decreto ministeriale 29 dicembre 2014, all’Agenzia delle dogane e dei monopoli una domanda in doppio esemplare recante:

  • la denominazione della società o della ditta, la sede legale, il numero partita I.V.A., il numero di codice fiscale e le generalità complete del legale rappresentante;
  • le generalità complete delle persone eventualmente delegate alla gestione del deposito fiscale;
  • il comune, la via ed il numero civico o la località in cui si intende istituire il deposito fiscale;
  • le caratteristiche dei sistemi di sicurezza antintrusione dell'impianto;
  • l'elenco di prodotti liquidi da inalazione che si intendono fabbricare o introdurre nell'impianto
  • l'ammontare presuntivo dell'imposta di consumo docuta nei primi due mesi di imposta
  • la dichiarazione resa, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 Dicembre 2000 n. 445, e successive modificazioni, dal soggetto che inoltra l'istanza dalla quale risultino determinati requisiti.

L'Agenzia dopo eventuali controlli (effettuati dagli uffici territoriali) a fronte della presentazione della domanda, che dovrà inoltre contenere la planimetria del luogo da adibire a deposito ed essere inviata direttamente alla sede centrale - anche tramite pec - , rilascerà un codice di imposta comunicandolo al soggetto autorizzato.

E' bene ricordare che a fronte della nuova normativa i siti web di commercio elettronico che intendono vendere liquidi da inalazione con o senza nicotina (soggetti ad imposta) devono essere depositi fiscali (attualmente ADM ha pubblicato la lista aggiornata dei depositi autorizzati al 31/12/2018) e che nella sezione "normativa" del sito istituzionale sono presenti tutti i documenti necessari per poter adempiere alle formalità richieste.

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.

 

Letto 167 volte Ultima modifica il Martedì, 08 Gennaio 2019 10:08