Ad opera di Vaping360 viene stilata la classifica delle Pod Mod più in voga del 2018. Per principianti o vaper esperti le pod mod sono state una svolta nel settore del vaping internazionale.

Una Pod Mod è un mini vaporizzatore basato su un sistema in due parti: un pod riempito con liquido che si inserisce in una batteria. Tali Pod sono disponibili pre-riempiti o ricaricabili. Alcuni hanno pulsanti di accensione, ma spesso sono automatici, il che significa che devi solo aspirare per poterli far partire e funzionare.

Le Pod Mod sono state realizzate per un pubblico alle prime armi per poter dare la possibilità di smettere di fumare o approcciarsi senza fatica nè pericoli al mondo del vaping. Sono originali, di tendenza, accattivanti, piccole e pratiche anche se con un contro molto importante, quello della batteria che non ha una durata illimitata.

Ogni sistema pod può essere ordinato in due categorie: ricaricabile e pre-riempito:

  • Sistemi pod riutilizzabili: ti danno più libertà in termini di sapore. Conosciuto anche come sistema aperto, questi dispositivi utilizzano pod vuoti che vengono riempiti manualmente dall'utente. Il principale vantaggio per loro è che hai una gamma più ampia di sapori a tua disposizione.
  • Sistemi pod pre-riempiti: indicati anche come sistema chiuso, sono pod non ricaricabili che utilizzano cartucce pre-riempite con e-liquid. Il vantaggio principale è non avere la complicazione di scegliere il giusto liquido elettronico e la comodità di non doverli riempire da soli.

Pertanto passiamo alla classifica redatta: 

1° - Juul - Juul vapor - con cartucce precaricate con solo 5 gusti
2° - Suorin Drop - Foxconn Inc- cartucce ricaricabili
3° - Aspire Breeze 2 - Aspire - cartucce ricaricabili

 

4° - Suorin Air V2 - Foxconn - cartucce ricaricabili
5° - SV Mi-Pod - Smoking-vapor - cartucce ricaricabili
6° - Justfog Minifit - Justfog - cartucce ricaricabili

 

7° - SMOK Infinix - SMOK - con cartucce precaricate