Un recente studio della San Diego State University (SDSU) ha rilevato che i "robot" presenti su twitter promuovono lo svapo avviando discussioni per promuovere la riduzione dei rischi per la salute associati alle sigarette elettroniche

Negli Stati Uniti gli scienziati della "San Diego University" (SDSU) hanno scoperto che gran parte delle discussioni sugli effetti delle sigarette elettroniche sul social network "Twitter" è stata avviata da bot (account gestiti da robot). Si potrebbe subito pensare che la mossa effettuata dai bot sia discutibile e portare ad una falsa informazione sul vaping quando in effetti la maggior parte dei messaggi legati alle discussioni sono - al contrario - a favore del vaping.

Quindi si può dedurre che i bot presenti su twitter sono utilizzati per promuovere lo svapo e quindi promuovere la riduzione dei rischi per la salute associati alle sigarette elettroniche. (E' da ricordare come nell' agosto 2017, il National Institutes of Health (NIH) aveva sostenuto un progetto di quasi 200.000 dollari che doveva analizzare i tweet sulle sigarette elettroniche).

Più del 70% dei tweet analizzati dai ricercatori sembra essere stato trasmesso da robot, che sono sempre più utilizzati per influenzare l'opinione pubblica e vendere prodotti mentre si mascherano da persone reali.

La scoperta di questa promozione della sigaretta elettronica da parte dei robot è sembrata inaspettata. Fondamentalmente, il team di ricerca ha iniziato a utilizzare i dati di Twitter per studiare l'uso e la percezione delle sigarette elettroniche negli Stati Uniti.

"L'uso di robot sui social media è un vero problema per le nostre analisi" detto commentato Ming-Hsiang Tsou, dalla San Diego State University aggiungendo -  "Poiché la maggior parte di questi sono "orientati al commercio" o "politici", falseranno i risultati e forniranno conclusioni fuorvianti per l'analisi. in quanto lo stesso social network ha avviato da poco tempo una campagna contro l'eliminazione di account e bot falsi ". [Vapoterus.net]

Per lo studio, il team ha preso in considerazione un  campione casuale di tweet (circa 194.000) provenienti dagli Stati Uniti, pubblicati tra ottobre 2015 e febbraio 2016 ed hanno analizzato un campione di 973 tweet. Di questi, 887 sono stati identificati come pubblicati da individui, una categoria che potrebbe includere anche robot.

Il team ha scoperto che oltre il 66% dei tweet delle persone era "di supporto" all'uso sigarette elettroniche. Anche se 59% di queste hanno condiviso tweet su come le hanno usate personalmente.

Inoltre, il team è stato in grado di identificare gli utenti adolescenti, stimando che più del 55% dei loro tweet erano "favorevoli" all'uso dei dispositivi elettronici.

Nei tweet riferiti alla "nocività" del vaping il 54% dei consumatori ha affermato che le sigarette elettroniche non sono dannose o sono significativamente meno dannose del tabacco.

'L'ampia presenza di account gestiti da robot solleva la questione se altri argomenti relativi alla salute siano motivati ​​da questi account" detto Lourdes S Martinez, Ricercatore SDSU che ha guidato lo studio. "Non conosciamo le fonti e non sappiamo se sono pagati o possono avere interessi commerciali" ha concluso Martinez.

 

 

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.