Ancora una volta il London Fire Brigade raccomanda ai londinesi di passare dal fumo al vaping a causa del ridotto rischio di incendi domestici. #besmokefree

Dal 1 al 28 ottobre 2018 si sta svolgendo anche quest'anno la campagna di sensibilizzazione "Stoptober" in tutto il Regno Unito. Campagna promossa da Public Health England, come parte della campagna "One You" per aiutare le persone a smettere di fumare, offrendo supporto e risorse gratuite per coloro che vogliono smettere attraverso gli NRT, le sigarette elettroniche, e quant'altro possa servire per essere di sostegno alla cessazione.

Il sostegno dei vigili del fuoco di Londra verso il vaping entra a pieno titolo nella campagna "Stoptober" evidenziando che i fumatori hanno più probabilità di provocare un incendio rispetto a quelli che non fumano. Le stime collocano "il fumo" come principale causa di incendio.

I vigili del fuoco evidenziano come dal 2014 ad oggi ci siano stati più di 6000 incendi a causa del fumo (inteso come prodotti del tabacco a combustione oltre i fiammiferi) ma solo 22 sono stati attribuiti ai prodotti di vaporizzazione (sempre per un non corretto utilizzo dei dispositivi o delle batterie all'interno). Si evidenzia, oltremodo, come i vigili del fuoco, a Londra, vengano chiamati ripetutamente durante la settimana con una media di 4 volte al giorno a causa di incendi domestici derivati proprio dalle sigarette tradizionali in cui, in media, una persona al mese perde la vita. Per essere ancora più precisi 5950 sono incendi legati al fumo, 68 sono le persone hanno perso la vita e 698 sono persone ferite in questi incendi. Solo nel 2017 sono state ben 150 (il numero più alto negli ultimi 5 anni) le persone rimaste ferite a causa del fumo.



Chris O'Connor,  the Brigade’s Head of Community Safety, ha dichiarato:

"Il nostro messaggio è semplice: meglio smettere di fumare o si rischia di morire in un incendio. In primo luogo, Vi esortiamo a smettere di fumare completamente ma se non ci riuscite, il vaping è un'alternativa molto più sicura. Centinaia di persone sono rimaste ferite negli incendi legati al fumo ogni anno, ma non abbiamo avuto notizie di persone ferite o morte a causa delle sigarette elettroniche ".

"Il vaping non è completamente esente da rischi, dal punto di vista del fuoco o della salute, e Vi esortiamo a utilizzare sempre i caricabatterie corretti che garantiscono una carica idonea. Controllate sempre che le batterie non siano danneggiate e non ricaricare le sigarette elettroniche durante la notte o quando siete fuori la casa".

Per la campagna in atto la London Fire Brigade visiterà, a chi ne farà richiesta, le case londinesi per fornire consigli gratuiti per la prevenzione di incendi domestici ed installerà gratuitamente rilevatori di fumo. 

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.