Sembrava essersi placata la ventata di plagio di loghi e frasi famose nei liquidi da inalazione ma un ulteriore aggiornamento vede il McDonalds al centro del dibattito.

Solo poco tempo fa si parlava di plagi di loghi e frasi che potevano riportare a prodotti non inerenti al settore vaping e sembrava essersi finita l'ondata di liquidi "copia" di famosi prodotti in commercio. 

Oggi il Daily mail ci informa che nel Regno unito, fino alla scorsa settimana, venivano venduti liquidi per inalazione riportanti loghi, immagini e frasi della famosa multinazionale americana McDonalds. Il problema è sorto quando un negoziante inglese ha inserito nel suo sito web, per la vendita al pubblico, dei liquidi da inalazioni che sono subito balzati all'occhio dei compratori poi, successivamente, tolti dallo stesso proprio per la paura di un eventuale "non idoneità". A quanto sappiamo alcuni negozi on-line li vendono tutt'oggi ed il problema sorge principalmente non solo per la copia del prodotto ma per la paura che il minore possa intravedere in quest'ultimo un nesso con il prodotto originale.

Deborah Arnott, di Action on Smoking and Health (ASH), ha addirittura richiesto di eliminare o far comprendere che questi liquidi non sono nell'elenco dei prodotti notificati pertanto sono privi di garanzie e non soddisfano gli standard necessari per essere immessi in vendita nel Regno Unito.

Resta da vedere se la multinazionale americana intraprenderà azioni a tutela del suo marchio e delle sue frasi e loghi così come hanno fatto altre compagnie in passato quali la Zippo, Ferrero, Perfetti e Wrigley che hanno avviato azioni a tutela della loro aziende.

Planetofvapers.co.uk ha contattato per informazioni la multinazionale, per il momento, senza risultato. 

 

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.