Anche la NNA Australiana prende in considerazione l'idea di non usare il termine "sigaretta elettronica" perché fuorviante.

E' Colin Mendelsohn che pochi mesi fa dava la sua opinione proprio sul termine "sigaretta elettronica" affermando quanto, tale termine, sia più fuorviante che esaustivo della tecnologia che oggi sta a capo ai dispositivi da "svapo" usati. 

In un articolo la New Nicotine Alliance Australiana avvalora la tesi affermando, durante un incontro con una serie di sostenitori del tabacco, che il termine usato epr descrivere il dispositivo, che ha aiutato ed aiuterà ancora milioni di persone è alquanto obsoleto.

Essendo questi "prodotti" significativamente più sicuri delle sigarette tradizionali, tesi avvalorate da studi scientifici, tuttavia una larga parte del pubblico rimane confusa e disinformata sulla loro sicurezza proprio per il termine "sigaretta". Gli esperti di riduzione del danno credono anche che il nome simile (sigaretta elettronica contro sigaretta), aggiunge solo ulteriormente confusione su confusione.

"Quindi, chiedo a tutti di abbandonare la parola sigaretta elettronica ed iniziare a usare "vape" o "vaporizzatore", poiché sembra davvero l'alternativa più logica. - commenta durante l'incontro "Charles Yates" della NNA australiana.

In linea con questo principio ci troviamo di fronte , in Australia, a vedere come la NNA amalgami la sua idea con quella espressa da Medelsohn (ATHRA):

È giunto il momento di prendere in considerazione la possibilità di sostituire il termine "sigaretta elettronica" con qualcosa di più appropriato. Questa etichetta collega una tecnologia che salva la vita a basso rischio ad un prodotto tossico e mortale e si stanno confondendo le acque già torbide del dibattito sulla riduzione del danno del tabacco.

L'NNA è d'accordo e, sebbene sospetti che la sostituzione della parola "sigaretta elettronica" possa richiedere del tempo, ci spinge tutti a cominciare a porci la domanda sul cambiare questa terminologia o meno.

"Non si può negare che il termine sigaretta elettronica porta molti a un'associazione con il fumo ed è questo il vero problema. Stiamo associando un prodotto molto più sicuro con uno che uccide 7 milioni di persone all'anno ", ha concluso Charles Yates a nome dell'NNA.

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.