L'American Chemical Society segnala numerosi casi di avvelenamento dovuti a liquidi contraffatti.

I ricercatori della Virginia Commonwealth University, su un' analisi di 9 liquidi a campione, 4 di essi, contenevano il 5F-ADB sintetico cannabinoide, che potrebbe in effetti essere molto pericoloso per la salute.

Un altro e-liquid conteneva destrometorfano, che ha ben noti effetti psicoattivi. La cannabis terapeutica è legale in 30 stati negli Stati Uniti, ma questi prodotti sintetici presentano un rischio reale per i consumatori , soprattutto perché gli e-liquidi a base di CBD sono spesso utilizzati per il trattamento della depressione e dell'epilessia.
Negli ultimi 10 mesi, ci sono stati oltre 200 ricoveri associati a e-liquidi al CBD contraffatti e le autorità sanitarie americane temono che presto possa verificarsi una nuova ondata di avvelenamenti. Gli e-liquid in questione contenevano cannabinoidi sintetici dagli effetti psicotropi.
I ricercatori hanno anche criticato anche la mancanza di informazioni del prodotto in descrizione. Per essere chiari, il CBD non rappresenta un rischio per la salute, ma lo stesso non si può dire per i prodotti contenenti cannabinoidi. Secondo l'ACS, i consumatori e i produttori devono essere informati di tutti i potenziali pericoli.

Attualmente, la maggior parte dei casi di avvelenamento si sono verificati nello Utah e sulla costa orientale degli Stati Uniti . Il problema potrebbe essere molto più grande, tuttavia, e le autorità sanitarie stanno insistendo sul fatto che i produttori adottino standard chiari per la vendita di liquidi a base di CBD e tale misura impedirebbe ai prodotti contraffatti di essere introdotti sul mercato. 

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.