Accade ad Essonne in Francia; un vigile del fuoco di 38 anni riporta ferite alla mano ed alla gamba per colpa della batteria della sigaretta elettronica.

L'incidente è accaduto martedì verso le 19.30, come riportano i giornali, ad Essonne in Francia, mentre il pompiere, 38enne che lavora nel centro di salvataggio Draveil - Vigneux-sur-Seine, stava soccorrendo una persona in difficoltà. Portato d'emergenza all'ospedale militare di Percy, situato a Clamart (Hauts-de-Seine), la prognosi non è grave, riporta il portavoce del dipartimento antincendio e salvataggio (Sdis) di Essonne.

Secondo i primi risultati, l'esplosione (o meglio degassificazione) sarebbe dovuta alla batteria rimovibile della sigaretta elettronica.

"Questo è uno dei casi del 99% delle esplosioni, dice Jean Moiroud, presidente per 4 anni della Federazione Fivape. Nei modelli in cui è direttamente integrata nel dispositivo - che tra l'altro sono i più venduti - il circuito integrato evita qualsiasi corto circuito. Cosa che non accade nelle sigarette elettroniche con batteria rimovibile. Le persone che usano questa tipologia di dispositivi devono stare attenti. Per questo motivo è sempre bene evitare il ​​contatto con chiavi o monete."

Diversi avvertimenti vengono dati per non avere problemi con le sigarette elettroniche ed il caso vuole che ogni giorni ne accade sempre una nuova. Le E-cigs sia con batterie integrate che non ma sono sempre dispositivi elettronici al pari di cellulari, tablet o qualsivoglia altro dispositivo. E' logico, pertanto, essere sempre cauti in quanto qualsiasi batteria può sempre provocare problemi.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.