Nel corso di un dibattito avuto luogo presso la BBC Radio 4, la Public Health England viene accusata di non riconoscere il rischio dei prodotti per la cessazione.

Nel corso di un dibattito avuto luogo presso la BBC Radio 4, il professor “Martin McKee” (della London School of Hygiene & Tropical Medicine) ha sostenuto che la Public Health England, promuovendo le sigarette elettroniche ha "scelto di ignorare i rischi" prodotti da un utilizzo sconsiderato delle sigarette elettroniche e della loro diffusione tra i più giovani nonostante ci siano "prove molto limitate che siano efficaci nell'aiutare le persone a smettere di fumare”.

Partendo dal presupposto che esistono moltissimi studi oltre che prove viventi che la sigaretta elettronica è un ottimo strumento per poter aiutare le persone a smettere di fumare, l'amministratore delegato di Action on Smoking and Health (ASH), “Deborah Arnott”, ha preso le parti della Public Health England (PHE) per aver promosso la sigaretta elettronica come prodotto per smettere di fumare.

"Non posso esprimere commenti sulla situazione negli Stati Uniti, ma nel Regno Unito abbiamo alcune delle più severe normative sul tabacco al mondo, inoltre tutti i maggiori esponenti stanno lavorando sodo per ridurre il numero di fumatori e consentire alle sigarette elettroniche di essere utilizzate per lo scopo che sono state create, ovvero aiutare i fumatori adulti a smettere di fumare non, come ci stanno facendo credere, incoraggiare i giovani ad utilizzarle".

Anche “Christopher Snowdon”, responsabile presso l'Institute of Economic Affairs (IEA),si è schierato a favore della PHE ed è stato tra i primi a criticare il professor McKee all'inizio di questa settimana per aver ignorato il crescente numero di prove a sostegno dello svapo come alternativa meno dannosa al fumo.

Infine il professor “John Newton”, direttore del miglioramento della salute al PHE, ha invitato gli scettici come il professor McKee a considerare le prove attuali inerenti alla riduzione del danno da nicotina che si sono registrate grazie all’utilizzo della sigaretta elettronica.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.