Le reazioni delle associazioni internazionali in merito alle sigarette elettroniche non si fanno attendere e questa è la volta del vicepresidente di Sovape e creatore della rivista Vap'you.

E' il caso di Sébastien Béziau (in foto), vice presidente di Sovape e ideatore del blog e della rivista Vapyou, che ha reagito poche ore prima della pubblicazione ufficiale del report OMS della scorsa settimana scrivendo un articolo proprio sulla rivista da lui inventata.

Nel lungo articolo, da lui redatto, esprime il suo risentimento sulla velocità di diffusione della notizia e come non ci sia stato, da parte dei giornalisti di tutto il mondo, di controllare i fondamenti delle dichiarazioni dell'OMS, delle opinioni contraddittorie degli esperti, della non verifica delle modalità di funzionamento della "divisione del tabacco" dell'organizzazione.

"L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) scoraggia questi dispositivi per coloro che vogliono smettere. Scandaloso, non è forse una chiamata a continuare a fumare per tutti coloro che non sono mai riusciti a smettere e che potrebbero raggiungere la cessazione con le sigarette elettroniche?. Una chiamata al suicidio. Nessuna assistenza ai fumatori in pericolo."

"Le sei strategie per scoraggiare il consumo di tabacco sono: controlli sul consumo di questi prodotti e politiche di prevenzione, protezione del pubblico dal fumo, aiuti per smettere di fumare, avvertenze sui pericoli del tabacco, rispettare i divieti di pubblicità, promozione o sponsorizzazione e infine aumentare le tasse ".

"Questo è il programma dell'OMS. Coercizione e tasse. Fai pagare i fumatori mentre fumano. Fare di tutto per impedire loro di fermarsi e probabilmente sperare in molti pazienti che pagheranno per le cure mediche. Non dimenticare che l'80% dei tumori polmonari è causato dal fumo e che un trattamento costa da 50 a 150.000 € a seconda della resistenza alla morte del generoso fumatore."

 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.