L’ente statunitense FDA (Food and Drug Administration) potrebbe effettivamente essere un salvagente per il settore della sigaretta elettronica.

Le sigarette elettroniche si sono dimostrate efficaci nell'aiutare le persone a smettere di fumare, un enorme potenziale di guadagno per la salute pubblica, considerando quasi mezzo milione di persone che muoiono ogni anno a causa di malattie legate al fumo. La grande domanda è: come possiamo aiutare i fumatori a smettere e allo stesso tempo scoraggiare i giovani dal fumare o utilizzare le sigarette elettroniche?

L'ex commissario della Food and Drug Administration Scott Gottlieb ha affermato che la sigaretta elettronica è un ottimo strumento per la riduzione del danno provocato dalla dipendenza da fumo, ma purtroppo è difficile credere ad un ex esponente FDA che sino a poco tempo fa continuava a denigrare il prodotto.

L’uso adolescenziale delle sigarette e sigari è ai minimi storici, al contrario quello delle sigarette elettroniche è in continuo aumento, dobbiamo però necessariamente fare una distinzione tra i danni provocati dal tabacco e quelli (ancora sconosciuti a lungo termine) del vaping, infatti l’OMS seppur nelle ultime settimane sia stato utilizzato come “combustibile” per la pubblicazione di false notizie e articoli, ha affermato che le sigarette elettroniche sono per il 95% meno dannose rispetto a quelle tradizionali.

Ovviamente questo continuo susseguirsi di notizie parzialmente vere (o addirittura errate) porta la credibilità e soprattutto la fiducia dei cittadini ai livelli più bassi sino ad ora mai registrati, con conseguente innalzamento dei rischi potenziali che questa disinformazione può portare (malattie in primis).

Come sosteniamo da diverso tempo, prima di tutto è necessaria una distinzione netta tra la sigaretta elettronica e quella tradizionale, successivamente sarà necessario che gli enti preposti (Prima tra tutti la FDA, successivamente i politici e soprattutto medici) inizino a prendere seriamente in considerazione tutti gli studi e ricerche che sono stati effettuati nel corso di questi anni (e quelli che verranno effettuati successivamente) in maniera tale da poter riportare gli effetti del vaping a “larga scala”, ciò darà la possibilità al prodotto di essere effettivamente conosciuto per il suo vero utilizzo e i suoi benefici.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.