In Thailandia le sigarette elettroniche non sono ben accette e la Philip Morris spiega che iQos non è una E-cig.

iQOS non è un sigaretta elettronica spiega 'amministratore delegato di Philip Morris (Tailandia) Gerald Margolis che ha rilasciato una dichiarazione sul dispositivo:  "IQOS è  diverso dalle e-sigarette - che generano aerosol contenenti nicotina riscaldando un liquido senza usare foglie di tabacco - ha detto in un comunicato stampa - La nostra visione di 'progettare un futuro senza fumo ' è di sostituire le sigarette con prodotti non combustibili il prima possibile", ha detto Margolis.

I Vapers in Thailandia si devono confrontare con alcune delle più severe normative in tutto il mondo. I divieti di importazione, esportazione, vendita e detenzione di prodotti da svapo sono in vigore dal novembre 2014. Chiunque venga sorpreso a violare questa legge avrà i suoi beni confiscati e multati o sconterà  una pena detentiva - in carcere - fino a 10 anni se condannati.

La PMI ribadisce pertanto che il suo riscaldatore di tabacco non è paragonabile alla sigaretta elettronica anche se contiene  - come quest'ultima in alcuni casi - nicotina. Forse questa affermazione è da ricondurre alle vigenti regole in molti Stati del mondo che vedono una forte contrapposizione con le E-cig.

Il dispositivo iQOS è un'alternativa senza fumo Heat not Burn (HnB) alle sigarette tradizionali e funziona riscaldando le foglie di tabacco note come Heets o HeatSticks. Queste ricariche che sembrano sigarette corte devono essere inserite nel dispositivo e riscaldate una volta acceso iQOS. Sono venduti da Philip Morris con il marchio Marlboro (a seconda del paese) per circa lo stesso prezzo delle loro controparti combustibili.

La dichiarazione dell'amministratore di PMI in Thailandia avviene proprio in risposta al vice direttore generale del Dipartimento per il controllo delle malattie del ministero della sanità pubblica  - Tailandese - dott. Assadang Ruay-archin, che ha rilasciato una dichiarazione dicendo che i prodotti iQOS sono nocivi per la salute come le sigarette normali, dal momento che contengono nicotina e sono quindi come dipendenti.

Ora che FDA ha dichiarato che non è sicura come di crede vedremo successivamente cosa Philip Morris dirà a riguardo.