5475 volte superiore presenza di clorfenapir, 547 volte il limite consentito del bifenazato e 362 volte il limite per il miclobutanil e ben il 35% del liquido era composto da acetato di vitamina E.

Nella lunga inchiesta del sito web specializzato in canapa legale "Leafly", condotta in California, i risultato di un indagine di mercato effettuata sui prodotti illegali venduti negli Stati Uniti non solo conferma i timori avanzati nei giorni e mesi passati ma evidenzia come le sigarette elettroniche sono stata utilizzate come veicolo per scopi illeciti al di fuori del normale utilizzo come strumento di riduzione del danno da fumo.

"I test eseguiti su cartucce di vaporizzatori di cannabis recentemente ottenuti da Leafly nei negozi illegali della California mostrano livelli scioccanti di contaminazione da pesticidi e olio tossico di vitamina E." - si legge nell'inchiesta.

Per legge, i negozi incriminati nella vendita non dovrebbero nemmeno esistere, figuriamoci vendere olio di THC contaminato a un pubblico ignaro dell'acquisto. Secondo la proposta 64, entrata in vigore il 1 ° gennaio 2018, tutti i rivenditori di cannabis per uso medico e per adulti devono avere una licenza rilasciata dallo stato.

Nonostante tali regolamenti, migliaia di negozi di cannabis senza licenza operano ancora in tutto lo stato. Poiché non seguono le regole, i prodotti che vendono non sono soggetti a severi requisiti di test di controllo e di affidabilità. I venditori illegali rimangono particolarmente presenti a Los Angeles. Più di 22 mesi dopo la legalizzazione, i funzionari hanno chiuso solo una piccola parte dei molti negozi di cannabis illegali di Los Angeles.

A Los Angeles, Leafly, non ha riscontrato prodotti per il vaping contenenti cannabis non testati e potenzialmente contraffatti nei negozi senza licenza che operano apertamente ed ottenendo 10 cartucce pre-caricate monouso sono state testate da un laboratorio autorizzato.

"Alcuni oli avevano livelli di pesticidi oltre 5.000 volte il limite legale (5475). Altri contenevano quasi il 35% di tocoferolo acetato o vitamina E acetato , l'additivo dell'olio di vitamina E che, se riscaldato e inalato, impedisce ai polmoni di assorbire ossigeno. Il tocoferolo acetato o vitamina E acetato è uno dei principali sospettati della crisi VAPI nazionale."

Leafly ha inoltre accertato che il primo marchio associato a un paziente californiano deceduto si chiama "West Coast Cure". Il marchio è ancora ampiamente disponibile nello stato in negozi senza licenza di vendita. 

All'inizio di quest'anno la California ha approvato il disegno di legge 97, che ha aggiunto una multa di $ 30.000 al giorno che i regolatori potrebbero imporre ai proprietari di negozi di cannabis non autorizzati. Nonostante il numero sempre crescente di problematiche relative ad EVALI, i funzionari non hanno finora utilizzato questo strumento per chiudere qualsiasi attività commerciale non autorizzata.

A Los Angeles, Leafly, ha visitato luoghi che si definivano dispensari medici, come "Dankalicious 15 Cap" al 5021 San Vicente Blvd e "Melrose Place 25 Cap" al 5635 Melrose Avenue trovando, addirittura offerta di acquisto, prendi due paghi uno su Dank Vapes, quest'ultimo noto proprio per essere al centro delle malattie polmonari.

Sempre in tali negozi / dispensari le sospette versioni contraffatte dei marchi di vaporizzatori autorizzati Cookies, STIIZY e Brass Knuckles sono state vendute per $ 35- $ 40 per una cartuccia da un grammo, circa la metà di quanto costano le versioni legali. Altri marchi come Exotic Carts e Cereal Carts sono stati venduti a prezzi economici, $ 15- $ 20 per un grammo completo di olio di THC. Al contrario, i grammi di olio di THC testati e autorizzati in genere costano $ 40- $ 60.

Anresco Laboratories, un laboratorio autorizzato con sede a San Francisco, ha testato le prime cinque unità controllando la presenza del tocoferolo acetato e testato le restanti cinque unità per una vasta gamma di pesticidi. Non sono stati testati tutti e 10 i prodotti per ogni possibile contaminante perché ogni test di laboratorio richiede una notevole quantità di olio per il campione. A causa delle scorte limitate di campioni, Leafly e Anresco hanno dato la priorità ai test per i contaminanti popolari più dannosi.

Come previsto, il tocoferolo acetato è comparso nella maggior parte dei campioni di olio. L'acetato di vitamina E si presenta come un olio e chimicamente e tossicologicamente è un integratore alimentare che quando quando viene inalato, però, blocca la capacità dei polmoni di assorbire ossigeno, innescando polmonite chimica, ipossia e, se non trattata, morte.

I produttori di cartucce per vaporizzatori illegali hanno sfruttato questo falso presupposto aggiungendo tocoferolo acetato, che diluisce l'olio di THC senza diluire la viscosità.

Anresco Labs ha rilevato livelli di tocoferil-acetato del 34,9% in una varietà di liquidi esotici chiamata Mars OG, il che significa che oltre un terzo dell'intera cartuccia era costituito da una sospetta tossina polmonare.

Preoccupante è stato che tutte e cinque le cartucce illecite che sono state testate hanno superato il livello massimo consentito di residui di pesticidi, in California, che vanno direttamente nei polmoni degli utenti quando vengono svapate e possono anche causare lesioni ai polmoni.

In una cartuccia di mela della Dank Vapes testata il il clorfenapir, un pesticida, era di 5.475 volte superiore al limite legale. La stessa cartuccia aveva 547 volte il limite consentito del bifenazato (una sostanza chimica utilizzata per uccidere gli acari) e 362 volte il limite per il miclobutanil, un fungicida che può trasformarsi in acido cianidrico quando riscaldato.

"È noto che il miclobutanil e altri pesticidi sono considerati neurotossine quando vengono bruciati", ha detto. "Quando si combina il pesticida, lo converte in altri prodotti chimici cancerosi." - Josh Richard, direttore dei servizi di cannabis presso Anresco Labs.

Una cartuccia di cereali pubblicizzata con aroma Blueberry Pancake Crunch era di 1.780 volte oltre il limite di stato per miclobutanil.

"C'erano molti più pesticidi, sia nella quantità di pesticidi che abbiamo trovato, sia nel numero di pesticidi in ciascun campione", ha detto Richard. "Fa un po 'paura quanti pesticidi abbiamo trovato in questi campioni."

I test corrispondono a un analogo test di ottobre eseguito dal laboratorio Cannasafe, che ha scoperto che  le cartucce di vaporizzazione legali con licenza statale erano innocue, mentre in quelle acquistata illegalmente c'era la presenza dell'acetato di vitamina E e dei pesticidi.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.