Il giornalista e conduttore radiofonico australiano Ben Fordham, interroga il ministro della Sanità del New South Wales (Nuovo Galles del Sud)...

Nel Famoso programma televisivo della 2GB - (ascolta l'intervista) -  Il giornalista e conduttore radiofonico australiano Ben Fordham, interroga il ministro della Sanità del New South Wales (Nuovo Galles del sud - Stato dell'Australia con capitale Sydney) sulle posizioni adottate dalle autorità sul vaping.

Ricordiamo che in Australia i dispositivi - quali la sigaretta elettronica -  sono legali ma l'uso di liquidi con nicotina non lo è in quanto per acquistare tali prodotti gli australiani devono prima ottenere una prescrizione da un medico generico e successivamente trovare una farmacia che li venda di contro l'acquisto di un pacchetto di sigarette in un qualsiasi tabacchino può essere fatto tranquillamente. Nell'agosto 2016, diversi attivisti, tra cui la New Nicotine Alliance (NNA), avevano presentato proposte al legislatore (TGA - Therapeutic Goods Administration - Amministrazione di beni terapeutici) di prodotti con concentrazioni di nicotina non inferiori al 3,6% dello standard proprio per cercare di ovviare a questa soluzione.

Tuttavia, nel febbraio 2017, il TGA ha respinto l'applicazione e ha confermato il divieto di vendita e uso di liquidi con nicotina. "Il TGA ha semplicemente espresso, in maniera non-tacita, a suo tempo che smettere di fumare con le sigarette elettroniche è sbagliato, ma comprare un pacchetto di sigarette non crea problema." - affermò il Dott. Attila Danko della NNA AU, all'epoca.

Ben Fordham nelle sue domande evidenzia come l'Australia dovrebbe adottare lo stesso approccio dei paesi come L'Inghilterra per rendere ai fumatori più semplice l'accesso ad alternative più sicure. In effetti - commenta Ben Fortham -  in Australia non si capisce il perchè si cerca di evitare questo approccio "sicuro" e si eludono le notevoli ricerca in merito - continua - Sia negli Stati Uniti che in Inghilterra si sta aggiornando la politica in funzione delle E-cig e si incoraggiano i fumatori a passare ad alternative più sicure o evidentemente meno rischiose, non si capisce perchè in Australia si stanno ignorando anche le prove della comunità scientifica rendendo difficile per i fumatori ottenere liquidi con nicotina.

Inoltre - durante la diretta -  rivolgendosi a Brad Hazzard (ministro della Sanità del New South Wales - Nuovo Galles del Sud) Fordham ha fatto riferimento al fatto che Cancer Research UK che ha affermato - poco tempo fa' - che le sigarette elettroniche sono significativamente più sicure delle sigarette normali incoraggiando attivamente i fumatori a passare a alternative più sicure.

Dopo tutto questo tergiversare alle domande di Fordham il ministro rilascia poche risposte non inerenti alle domande spiegando come lui stesso non chiede alal gente di non svapare ma di non farlo negli spazi pubblici. Fordham a tal quesito risponde che è sicuramente daccordo con le restrizioni sugli spazio pubblici ma il ministro tenta di non rispondere direttamente alle domande fatte.

"Ci sono una varietà di punti di vista negli Stati Uniti e nel Regno Unito", ha detto Hazzard. "Le mie idee e la legislazione attuale è stata fondata su opinioni e studi di esperti." - conclude il ministro nell'intervista.