Una soluzione avveniristica ideata dalla Production Club

Una tuta avvenirstica, anti-Covid e, soprattutto, predisposta per l'utilizzo delle sigarette elettroniche.
E' l'ultima trovata sfornata dalla tecnologia dell'abbigliamento. Dell'abbigliamento da movida.
Si chiama Micrashell, è una tuta in polifeniletere completa di casco integrale. Una volta indossata, praticamente, il Coronavirus non avrà speranza alcuna di raggiungere l'organismo. Una specie di costume spaziale che consentirebbe alle persone di poter rituffarsi nuovamente in strada, nei locali.
Non dovendo sottostare agli obblighi del distanziamento sociale. Una barriera protettiva, impenetrabile. Con la quale, come detto, ci si potrà beatamente godere la vicinanza altrui, nella pista di una disco o nel mezzo di una affollata strada. Ballando l'uno accanto all'altro ed addio metro (o due) di distanza.
Sigillati, alabardati come si fosse astronauti o corazzati del Medioevo.

Scordatevi, ovviamente, il calore di un bacio e l'ebrezza di una carezza. Ma non la sigaretta elettronica. Ebbene si, perchè “Micrashell”, nel suo casco integrale, è predisposta per l'utilizzo della e-cig.
Non si sa come, il dispositivo consentirà di svapare attraverso una intercapedine creata appositamente all'interno del casco. La stessa che permetterà anche di poter godersi una bevanda. La tuta, ovviamente, non è compatibile con il fumo della sigaretta. Quanto meno, ci si può anche provare ma si rischia altamente di divenire una torcia umana.

Tutto ok, invece, per la musica: a quanto pare, infatti, un collegamento bluetooth, inserito all'interno del casco, rilancerà la musica che tutti gli altri stanno ascoltando agganciandosi al diffusore acustico del locale all'interno del quale ci si trova.
Il prodotto è stato presentato, in anteprima mondiale, presso le sedi spagnole della Production Club e, a detta degli ideatori, lo stesso consentirà di ritornare pienamente alla normalità. Da subito.
Questa la “teoria” dei laboratori. Ora bisognerà attendere la concretezza e la realtà del mercato. Al di la dei costi – che ancora non sembrano essere stati comunicati – ci si interroga: chi la comprerà mai? Meglio dirsi: chi avrà mai il coraggio di indossarla?

tabaccosi svapoweb

apri negozio franchising sigarette elettroniche