Multe fino a 2.500 sterline

Ti possono detrarre fino a nove punti dalla patente. E farti “omaggio” anche di una bella multa per 2.500 sterline.
La sigaretta elettronica può costare davvero caro se la adoperi mentre sei alla guida di un'automobile lungo le strade del Regno Unito.
"Avvertimento di servizio" per i non pochi italiani che lavorano e studiano Oltremanica. E che potrebbero imbattersi in spiacevoli sorprese.

Ebbene, urge precisare, però, come l'ammenda non sia rivolta a punire l'atto di svapare in quanto tale. Ma lo svapare come fonte di possibile disturbo e di possibile distrazione alla guida.
In tal senso, quindi, la sigaretta elettronica in auto (mentre si è al volante) è praticamente assimilabile ad un telefonino.
Anche considerando, al di la del fattore-distrazione, quello legato ad una possibile interferenza nella gestualità.

Occhio, quindi, quando si svapa su quattro ruote. Ma anche su due. Come si apprende, infatti, “rischiano” anche gli utenti della bicicletta.
Tale mezzo, infatti, è a tutti gli effetti assimilato agli altri in circolazione su strada.
Questo significa che anche i ciclisti, qualora venissero pizzicati "alla guida" nell'utilizzo di telefonini o dispositivi per lo svapo, potrebbero rischiare uguale sanzione e, qualora patentati, anche la decurtazione dei punti dalla patente di guida. Come viene sottolineato da personale di Polizia, manca nel Codice stradale inglese una norma che faccia espresso riferimento e divieto rispetto alla relazione tra sigaretta elettronica e guida.

Come già detto prima, però, tale fattispecie potrebbe essere risucchiata, per estensione di interpretazione, in quelle previsioni esistenti circa telefonini e smartphone. Inutile, quindi, appellarsi ai cavilli. Per stare tranquilli, ma proprio tranquilli, dalle parti della Regina si può svapare solo da...fermi