I numerosi articoli degli ultimi giorni e l'aumento del vaping negli adolescenti delle scuole di Chicago mette in allarme i presidi.

Allarme nelle scuole di Chicago evidenziando un drammatico aumento del vaping nelle scuole in quanto essendo non di natura "tabacco" gli adolescenti le usano inconsapevolmente.

Tuttavia gli esperti della salute pubblica americana sostengono che potrebbe essere una cosa positiva se rilevata come alternativa al fumo delle sigarette tradizionali e che nessuno deve allarmarsi anzi, si dovrebbe promuovere. Statisticamente è rilevato come si inzia a fumare in età adolescenziale propri nelle scuole e guardando a questa situazione che si perpetua negli anni la sperimentazione - o meglio le sigarette elettronica -  dovrebbero essere il male minore se - sempre -  correlata alla diminuzione dei tassi di fumo specialmente nei luoghi come le scuole.

Le ricerche sia statunitensi che mondiali convalidano la teoria per la quale il fumo elettronico è da considerarsi non privo di rischi ma sicuramente una valida alternativa alle sigarette tradizionali, diminuendo esse stesse la mortalità per malattie causate dal tabacco.

I dati rilasciati dal Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie ( CDC ) lo scorso giugno indicano chiaramente che le percentuali di fumo tra gli studenti delle scuole superiori si sono dimezzate in soli cinque anni, tra il 2011 e il 2016. In questo stesso periodo, il vaping nella stessa fascia di età è aumentato dall'1,5% a un picco del 16,0% nel 2015.

In un'altra nota positiva, questo stesso studio indicava che la percentuale di studenti delle scuole superiori che utilizzavano e-cig sembrava essere in calo. Per la prima volta dall'avvento delle sigarette elettroniche, i tassi di vaping sono diminuiti dal 16,0% nel 2015 all'11,3% nel 2016, mentre il fumo nello stesso periodo è sceso dal 9,3% all'8,0%.

In un'altra nota, la ricerca continua a indicare che le e-cig sono significativamente più sicure e portano a una minore dipendenza delle loro controparti. Pertanto, per gli adolescenti che probabilmente sperimenteranno prodotti a base di tabacco, è meglio farlo con le sigarette elettroniche piuttosto che con prodotti più rischiosi.

Tra le altre cose, gli amministratori scolastici di Chicago sono preoccupati che lo svapo sia pericoloso per gli adolescenti, dato che la nicotina potrebbe avere effetti negativi a lungo termine e potrebbe - in futuro - a dipendenze per tutta la vita .

Tuttavia, gli studi hanno rilevato che la maggior parte dei giovani fumatori usa e-liquid senza nicotina. Uno studio del 2016 condotto da Fiona Measham, professore di criminologia presso la Scuola di scienze sociali applicate dell'Università di Durham, ha rilevato che "i giovani non considerano lo svapare come un metodo di assimilazione della nicotina ", quindi le loro motivazioni per l'uso delle e-cig sono diverse da quelle degli adulti.

Lo studio ha concluso che solo il 28% degli adolescenti osservati utilizzava le sigarette elettroniche come aiuto per smettere di fumare, mentre gli adolescenti che usano i prodotti solo per il gusto di farlo, tendono a svapare in un contesto sociale ed evitare la nicotina usando liquidi che non ne contengono .