Il vaping come fenomeno nelle scuole degli Stati Uniti visto come un problema per i giovani grazie alla disinformazione dei media e dei giornali statunitensi.

Direttamente dalla CNN il giornale online WCAX (video) tratta un argomento molto delicato; argomento che sta mettendo a dura prova gli Stati Uniti sulla disinformazione presente tramite media e giornali.

Mentre il fumo è diminuito tra gli adolescenti, l'uso generale del tabacco è rimasto costante e tutto ciò è dovuto alla vertiginosa crescita del numero di vapers.
A Milford, nel Connecticut, il preside della scuola superiore Francis Thompson sta cercando disperatamente di reprimere un problema che gli insegnanti stanno attraversando in tutto il paese : "Vedi ogni giorno tre o quattro ragazzi svapare", ha detto Thompson.

È una tendenza della quale molti genitori non sono a conoscenza, ma l'uso di sigarette elettroniche, negli ultimi anni è cresciuto incredibilmente del 900% tra gli studenti delle scuole superiori secondo il Surgeon General che in un' indagine nazionale sul tabacco giovanile del 2016 ha rilevato che quasi 1,7 milioni di studenti delle scuole superiori e 500.000 studenti delle scuole medie  avevano utilizzato le sigarette elettroniche nei 30 giorni precedenti il sondaggio effettuato.

A Wrentham, nel Massachusetts, il vicedirettore principale Spencer Christie dice che anche lui è sopraffatto da questa nuova e pervasiva epidemia. "Gli studenti  svapano nei corridoi e nelle aule delle scuole e l’ hardware più popolare  è  "Juul" che trattandosi di un dispositivo piccolo può essere tranquillamente nascosto o trasportato - ha commentato Spencer.

Non è solo il design di questi prodotti che attraggono i ragazzi, i critici sostengono che tutti questi gusti diversi di liquidi invogliano i ragazzi ad iniziare a provare il vaping. Uno studio su Harvard ha scoperto che alcuni di questi sapori contengono diacetile, una sostanza chimica legata a una grave malattia respiratoria, anche se molti liquidi non ne contengono è una prerogativa solo americana tale presenza di sostanza.

"I ragazzi con cui parlo credono che non ci sia nulla di pericoloso e non pensano che ci sia qualcosa di più dell'acqua", ha detto Thompson.

Non è acqua, si chiama e-liquid, e quando viene riscaldata dalla resistenza si trasforma in un vapore. I ricercatori della Columbia University hanno scoperto che il vapore contiene metalli tossici come cromo, nichel, zinco e piombo - e come sappiamo non esiste un livello sicuro di piombo - ricerca repentinamente smentita dal Dott. Kostantinos Farsalinos a febbraio e successivamente a marzo dal Dott. Dr. David Dawit. Le persone non sono pienamente consapevoli di ciò che stanno consumando.

"Presto intraprenderemo azioni di contrasto da indirizzare verso le aziende che riteniamo dannose per la produzione di e-liquid deliberatamente attraenti per i bambini. ", ha dichiarato il commissario della FDA Scott Gottlieb.

tabaccosi svapoweb

apri negozio franchising sigarette elettroniche