Cory Bernardi ha appena vinto un premio per essere un buon sostenitore del vaping per tutto il lavoro che ha fatto per provare a legalizzare le sigarette elettroniche.

Alla cerimonia di premiazione, Bernardi ha affermato che legalizzare lo svapo avrebbe impedito 19.000 morti premature. Ha ricevuto il premio da "Legalize Vaping Australia", un ente collegato all'Alleanza dei contribuenti australiani, che è noto per aver sostenuto cause conservatrici e liberali.

"Legalizzare il vaping  è una soluzione di buon senso", ha affermato. "È straordinario che i politici siano così prigionieri e legati a una piccola sottosezione della comunità che si rifiutano persino di contemplare qualcosa che possa impedire la morte". "È una strategia comprovata di riduzione del danno. Il governo è completamente distaccato dalla realtà. " - ha affermato il senatore australiano

Ma le persone e i gruppi che non sono d'accordo con Bernardi includono: il Consiglio nazionale per la salute e la ricerca medica, l'Associazione dei beni terapeutici, il ministro della salute Greg Hunt, il Cancer Council, la Fondazione Lung, l'ufficiale medico australiano Chris Baggoley, la Heart Foundation e la Royal College of Physicians.

"Sono un ex fumatore, so quanto sia difficile smettere, e tutto ciò che possiamo fare per ridurre al minimo il danno delle sigarette e liberare da esse le persone, è un passo nella giusta direzione", ha affermato il senatore - continuando - "Lo svapo è semplicemente un altro mezzo per rilasciare nicotina che è molto meno dannoso di molte alternative.

"Penso che sia giunto il momento per l'amministrazione delle merci terapeutiche e il governo federale di svegliarsi e riconoscere ciò che hanno fatto molti altri paesi occidentali". - conclude in senatore.

Ma il professore emerito Simon Chapman, dell'Università di Sydney, ha detto che si sapeva poco sull'impatto sulla salute e l'uso delle sigarette elettroniche affermando:

"Rispetto alle sigarette non si ottiene tutto il fumo, ma con 11.000 gusti sul mercato, semplicemente non sappiamo quali sono gli effetti dell'inalazione profonda di quelle microparticelle, se lo fai ogni giorno fino a 200 volte al giorno , nel corso di anni e anni ".

continuando

"Tutti gli organismi sanitari del paese esprimono cautela, lo stesso Consiglio nazionale per la salute e la ricerca medica, il Cancer Council, la Heart Foundation, la Lung Foundation ed il Royal College of Physicians. "

"Potrei andare avanti all'infinito su tutte le persone che sono unite sull'importanza di adottare un approccio prudente e regolamentato in Australia".

Il Royal Australian and New Zealand College of Psychiatrists ha espresso il suo sostegno alle sigarette elettroniche come una "strategia di minimizzazione del danno" per migliorare la salute dei fumatori affetti da una malattia mentale. Il ministro della Sanità Greg Hunt non ha intenzione di revocare il divieto di sigarette elettroniche contenenti nicotina.