Alla NPR (National Public Radio),  parla il commissario della FDA Scott Gottlieb sulle sue idee riguardo le sigarette elettroniche.

Alla NPR (National Public Radio), il più grande servizio di radiodiffusione non commerciale degli Stati Uniti, parla il commissario della FDA Scott Gottlieb sulle sue idee riguardo le sigarette elettroniche.

Il Commissario FDA dopo le innumerevoli domande, perlopiù dirette al medesimo argomento, ha evidenziato come c'è ancora un'alone di presunzione sull' argomento a causa dell'assenza dei rischi legati a una combustione. L'assenza di combustione è palese ma la FDA -  commenta Gottlieb - deve avere il modo di dimostralo attraverso un processo normativo appropriato.

Se tutti i fumatori dovessero passare al vaping, ci sarebbe probabilmente un beneficio netto per la salute pubblica. Tuttavia, va ricordato che la sigaretta elettronica trasporta vapore ai polmoni e che può potenzialmente contenere tossine. Pubblicheremo presto un documento che fornirà indicazioni su come i produttori possono determinare quanto dannosi siano i loro prodotti per i polmoni. - continua Gottlieb

Il commissario esprime quindi il suo dissenso/assenso in materia evidenziando come ci siano ben due modi di vedere la sigaretta elettronica, o come prodotto farmaceutico o come prodotto del tabacco. Essendo quest'ultimo la nostra preoccupazione è giusto pensare che per ogni 5 fumatori che passano allo svapo 1 bambino comincia a diventare dipendente dalla nicotina grazie ad esso.

Tuttavia, quando guardiamo a questo problema, potremmo dire "ok, lo svapo può aiutare 5 fumatori a smettere di fumare. Ma per ogni gruppo di cinque fumatori che si fermano, un bambino diventerà dipendente dalla nicotina. "

Abbiamo fatto molto per tutelare il consumatore, non ultima l'invio di richieste di eliminazione di prodotti che potevano portare una falsa comprensione del prodotto stesso con delle etichette fuorvianti, e molte altre cose faremo in futuro. - conclude Gottlieb.

In effetti, la sigaretta elettronica è diventata una moda piuttosto settaria. Non sappiamo ancora se ci stiamo avvicinando alla fine della sua popolarità o se la sua diffusione continuerà.