Herbert Gilbert, oggi 87 anni statunitense, depositò nel 1963/65 il brevetto della sigaretta elettronica da un progetto del farmacista cinese Hon Lik.

Innovativo è solo uno dei termini con il quale Herbert Gilbert si definisce in una intervista fatta poco tempo fa ad "INNOVADORES". Aveva forse una visione futuristica prematura quando né la tecnologia del momento né la società e gli interessi che la circondano erano abbastanza maturi per accettarla ed apprezzarla.

Come inventore e titolare del brevetto della prima sigaretta elettronica nel 1963, HA fa parte del team di brevetti e sviluppo per l'Organizzazione della salute umana (Human Health Organization di Vaporcade). È orgoglioso di far parte del team di H2O e del lancio del suo marchio 1963®, un omaggio alla sua invenzione.

Oggi è un uomo "pensionato" di 87 anni, veterano della guerra di Corea, e vive in Florida:

"Vivo tranquillamente in Florida e viaggio molto. Lavoro ancora sia a casa che in viaggio dove rappresento la  Human Health Organization di Vaporcade ". 

"A mia moglie, Marlene piace molto viaggiare e partecipare agli eventi, spiega Gilbert a INNOVADORES. "Mi dedico a rispondere a domande e a firmare autografi, gioco anche a bowling un paio di volte a settimana."

"In passato la gente incolpava il "fumare" per le malattie ad esso legate, alcune persone che conoscevo si sono ammalate e sono morte per colpa del tabacco, allora ho deciso di fare qualcosa", ricorda Gilbert.

L'idea: "la logica mi ha detto di liberarmi del fuoco sostituendo il fumo con aria calda, umida e aromatizzata ".

Non era di certo uno scienziato o un ingegnere, ammette nell'intervista, ma si era laureato in arte al college e lavorava nel business dei rifiuti urbani e automobilistici dove la società produceva oggetti in plastica. Tuttavia sviluppó un meccanismo per generare vapore. 

"Tutti i dispositivi del vaping di oggi stanno semplicemente applicando la tecnologia del XXI secolo alla mia invenzione del 20 ° secolo, se leggete il mio brevetto i  primi due paragrafi Vi sorprenderanno." E poi, cosa è successo? "Ne ho fatto un po e ho cercato di venderli, ma non potevo competere con le grandi compagnie del tabacco e le case farmaceutiche che mi hanno dichiarato guerra ".

"Non appena il brevetto è stato concesso e pubblicato, le compagnie del tabacco hanno fatto tutto il possibile per impedire che avesse successo e , non appena è scaduto, hanno corso tutti per presentare nuovi brevetti con la stessa funzione operativa della mia invenzione originale".

Gilbert parla delle conseguenze della sua invenzione come contributo alla salute umana e ammette senza ritegno che non ha mai ottenuto un riconoscimento o un risarcimento per questo. "Non ho ricevuto premi e non applicherò il mio brevetto a coloro che stanno salvando vite".

Tra l'altro, lascia un messaggio per i leader che equiparano il vaping con il tabacco:

"La legislazione sarà continuamente influenzata dal tabacco, hanno creato uno dei più potenti gruppi di pressione psicologica, chi fuma realizza che quasi sei milioni di persone muoiono ogni anno inutilmente nel mondo ".

Herbert Gilbert - Il primo brevetto della sigaretta elettronica

 

tabaccosi svapoweb

apri negozio franchising sigarette elettroniche