Una squadra della 5ª Divisione di fanteria del Royal Thai Army e del Terzo Comando della Royal Thai Navy ha fatto irruzione in un negozio di sigarette elettroniche.

L'arresto di una donna di 37 anni "Sonklin Janmamuang" e il sequetro di 47 sigarette elettroniche e 193 flaconi di liquidi di ricarica è stato quello che il team impiegato in questo maxi sequestro ha dichiarato di aver portato via insieme alla proprietaria che è stata portata alla stazione di polizia di Wichit. Il giornale  che ne da notizia è "Pattayaone.news".

In Thailandia vige un regime ben diverso e molto proibitivo anche se in aprile del c.a. si è vista un'apertura alla legalizzazione

  • Autorizzazione a possedere una sigaretta elettronica: No
  • Presenza di negozi sul posto: no
  • Restrizioni: le sigarette elettroniche sono vietate da una serie di meccanismi di regolamentazione. La legge sul controllo dei prodotti del tabacco vieta l'importazione e la vendita di prodotti che imitano le sigarette. Una notifica del Ministero del commercio vieta l'importazione di sigarette elettroniche, comprese quelle che non contengono nicotina. Un ordine del Consiglio di protezione dei consumatori vieta la vendita di sigarette elettroniche, comprese quelle che non contengono nicotina. La legge doganale vieta ai turisti di importare prodotti non tassati in Tailandia. Non esiste una legge esplicita che vieta l'uso di sigarette elettroniche, ma le sigarette elettroniche sono ancora proibite quando le leggi proibiscono il fumo.
  • Le pene possono arrivare a 10 anni di detenzione.
  • Informazioni aggiuntive: la Thailandia è uno dei paesi più restrittivi al mondo per quanto riguarda l'uso delle sigarette elettroniche. È fortemente sconsigliato portare qualsiasi cosa