Bat (British American Tobacco) ha annunciato l'investimento di 800 milioni di euro nell'aumento della produzione delle Glo Neostiks in Romania.

Le grandi compagnie del tabacco internazionali investono negli strumenti di riduzione come sigarette elettroniche e riscaldatori di tabacco. Com'è noto Philip Morris ha ormai dato scadenza alla sua produzione di sigarette entro il 2030 e successivamente durante l'intervento di Porta a Porta di qualche settimana fa proprio il responsabile di PMI ha ammesso che l'azienda punta sugli strumenti alternativi per passare ad una politica di riduzione e senza fumo.

Come già successo in Cina, British American Tobacco (BAT) ha annunciato che investirà 800 milioni di euro per aumentare la produzione della sua Glo Neostiks nello stabilimento di Ploieşti, in Romania.

Questo investimento, che sarà distribuito nei prossimi cinque anni, dovrebbe generare circa 200 nuovi posti di lavoro e andrà a costruire un nuovo capannone di produzione per i Neosticks della BAT . Ciò comporterà la creazione di ulteriori 7.000 mq di spazio di produzione che trasformeranno questa fabbrica in unico fornitore di glo Neostik in tutta Europa.

"Abbiamo l'ambizione di offrire ai fumatori una gamma di prodotti potenzialmente a rischio ridotto - come dispositivi per il riscaldamento del tabacco, sigarette elettroniche e tabacco per uso orale", ha dichiarato il direttore regionale BAT per l'Europa e il Nord Africa, Tadeu Marroco. "Questa ambizione ci ha visto lanciare prodotti del vaping e dispositivi per il riscaldamento del tabacco in 16 paesi negli ultimi cinque anni e abbiamo piani  per aumentare la nostra impronta geografica nella seconda metà del 2018.

"Il significativo investimento nel nostro stabilimento in Romania testimonia il nostro impegno a offrire ai fumatori una più ampia gamma di prodotti a base di tabacco e nicotina - con particolare attenzione alle alternative potenzialmente a rischio ridotto al fumo - in un numero crescente di paesi", ha aggiunto.