L'organizzazione delle vendite al dettaglio, l'Retailers Association australiana (ARA), ha commissionato uno studio sondaggio Crosby Textor (gruppo CT) per valutare l'interesse dei australiani per il vaping.

A partire dal 2013 i fumatori in Australia sono oltre il 15% nonostante i numerosi aumenti di prezzo e i pacchetti neutrali. In questo contesto l'organizzazione Retailers Association australiana (ARA) ha commissionato un sondaggio per valutare l'interesse degli australiano al vaping. Da questo è emerso che il 68% è favorevole alla legalizzazione del vaping con nicotina anche se il 53% non conosceva per niente il divieto attuale relativo al settore.

 "Sempre più gli australiani stanno comprando sigarette elettroniche ma la cosa peggiore è che acquistano nicotina all'estero semplicemente perché non possono comprare localmente" , dice Russell Zimmerman, direttore del ARA, prima deplorando che " la mancanza di regolamentazione aumenta solo i rischi per i consumatori " .

"Quasi due terzi dei cittadini ritiene che il governo australiano dovrebbe regolamentare e rendere legali le alternative più sicure disponibili alle sigarette per eliminare completamente il fumo in questo paese" , dice il comunicato stampa con i risultati del sondaggio su un campione rappresentativo di 1.200 utenti australiani. 

leggi anche: Vapolitique.com