16 associazioni aprono una petizione per combattere la minaccia di una tassazione su scala europea. 

Frutto del lavoro di 16 associazioni europee, la petizione ha un fronte unito per i consumatori e per i sostenitori della riduzione del rischio in tutto il continente. 

Acvoda (Paesi Bassi), Aiduce (Francia), Anesvape (Spagna), ANPVU (Italia), Cipro Vaping Association (Cipro), DADAFO (Danimarca), IG-DE (Germania), Initiativ Fräien Damp Lëtzebuerg (Lussemburgo) La Vape di Coeur (Francia), NAN Suitsuvaba Eesti (Estonia), NAN Sweden (Svezia), NAN UK (Regno Unito), ODC (Austria), Sovape (Francia), ULV-BDB (Belgio), Villanypára Egyesület (Ungheria) sono le associazioni che stanno diffondendo la petizione oggi unite sotto una unica volontà; quella di combattere una possibile tassazione. 

La petizione sarà attiva fino al 3 settembre 2018 e per far sentire la propria voce sull'argomento basterà collegarsi al seguente link.

Lo svapo ha permesso a oltre 7,5 milioni di europei di liberarsi dal fumo e 9 milioni hanno ridotto il consumo di sigarette.

Lo svapo non produce fumo, né monossido di carbonio, né catrame: lo svapo riduce i danni alla salute di almeno il 95% rispetto alle sigarette. Nessuna sovrattassa punitiva è giustificabile nei confronti di un prodotto di consumo che non è un prodotto del tabacco e riduce in modo sostanziale i danni alla salute del tabacco. -  si legge dalla pagina ufficiale di Sovape

Un progetto di armonizzazione dovrebbe prendere in considerazione la possibilità di vietare tutte le accise sullo svapo nell'Unione europea .

Ci appelliamo a tutte le persone interessate per la salute pubblica e coloro che detengono il diritto di proteggere la propria salute, per firmare la petizione e rispondere alla consultazione pubblica della Commissione europea sulla tassazione dei prodotti del tabacco e del vaping.

Per far sentire la tua voce e difendere lo svapo nell'Unione europea, segui questo link.