Lo Stato del Massachusetts sta avviando un'indagine verso le Juul e le vendite del dispositivo online e nei negozi specializzati.

Lo Stato del Massachusetts sta avviando un'indagine per determinare se il famoso produttore di sigarette elettroniche Juul Labs Inc e due rivenditori online, abbiano violato la legge statale non riuscendo a impedire ai minorenni di acquistare dispositivi vaping.

L'indagine avviata dallo Stato del Massachusetts cercherà di determinare l'efficacia della vendita di Juul Labs nel prevenire l'acquisto ai minori dei suoi prodotti e quali azioni sta intraprendendo per garantire che i rivenditori online stiano verificando l'età del compratore nei punti vendita, ha spiegato il Procuratore del Massachusetts Maura Healey a Reuters.com.

Rapidamente Juul Labs ha rilasciato una dichiarazione in cui si affermava che la società della Silicon Valley si è impegnata a prevenire l'uso minorenne dei suoi prodotti e che disponeva di "strumenti online rigorosi". "Inoltre, non abbiamo mai commercializzato nessuno minorenne", ha aggiunto la società di sigarette elettroniche.

Juul è da più tempo sotto il mirino dei media e delle istituzioni. Solo ieri abbiamo appreso che sono in corso tre denunce alla società da Aprile 2018.

Juul ha annunciato - poco tempo fa - che investirà ben $ 30 milioni per sostenere le iniziative statali e federali per aumentare l'età minima per acquistare prodotti del tabacco e per la ricerca su come prevenire l'accesso dei giovani ai prodotti. 

 

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.