Un forte passo avanti per gli Stati Uniti dopo che l'approvazione del "tobacco 21" in quasi tutti gli stati americani ha portato l'età minima di acquisto dei prodotti legati al tabacco a 21 anni ricomprendendo anche i prodotti vaping.

Inizialmente approvato dall'amministrazione Obama nel 2016 è adesso entrato in vigore il divieto di fumo (sigarette, pipe, sigari) in tutte le unità abitative pubbliche.

Il divieto vieta l'uso di tali prodotti non solo nelle strutture abitative pubbliche ma anche a distanza di 25 piedi da tali edifici e dagli edifici amministrativi. Il Dipartimento americano nel suo comunicato esprime:

"Eliminare il fumo all'interno e vicino agli edifici è l'unico modo per proteggere completamente le persone dal fumo passivo ".

"Oltre a proteggere i residenti e i dipendenti dal fumo passivo, le politiche senza fumo creano ambienti salutari che incoraggiano le persone che fumano a smettere o tentano di ridurre il fumo ".

Il divieto, almeno questa volta, diversifica il fumo dal vaping non sottoponendo quest'ultimo agli stessi regolamenti. Le sigarette elettroniche non sono state bandite dagli unità abitative ma potrebbero esserlo in futuro secondo il The Hill.

 

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.