Vendita di sigarette elettroniche e liquidi vietata ai minori di 18 anni in molti negozi specializzati in Svizzera. E' stata questa la decisione presa la scorsa settimana.

Il codice di condotta entrerà in vigore primo giorno di ottobre 2018 e rimarrà valida fino all'applicazione di una legge federale. E' questo quanto dichiarato dall'USAV (Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria) martedì.

I firmatari del codice (che ricordiamo è un consiglio o meglio una regolamentazione scelta tra i firmatari) vieteranno la vendita di sigarette elettroniche e liquidi ai minori rifiutando qualsiasi mezzo pubblicitario per evitare di invogliare gli stessi a comprare tali prodotti.

Precedentemente la SVTA ( Swiss Vape Trade Association ) ha anch'essa emanato un codice o un consiglio di vendita stabilendo un divieto per i liquidi esenti da nicotina e dispositivi ai minori di 16 anni. Entrambi i codici - pertanto -  sono validi in parallelo.

I firmatari di tale regolamento sono stati  i produttori di tabacco British American Tobacco, JT International, Philipp Morris, i venditori e associazioni di Swiss Vape Trade Association (SVTA), Città Vape, Sweetch, così come anche  i rivenditori Stia, Denner, Lidl et Valora. Coloro che sono "mancati" a tale incontro e non hanno aderito sono invitati dall'USAV ad aderire il più presto possibile.

L'incontro è stato effettuato dopo una decisione del Tribunale amministrativo federale (TAF) a seguito di un ricorso della SVTA. Ciò ha messo in discussione il divieto dei liquidi con nicotina per le sigarette elettroniche emessi dall'USAV in 2015. Il TAF - ricordiamo - ha autorizzato l'importazione e la commercializzazione di sigarette elettroniche e liquidi con nicotina dall'UE che soddisfano i requisiti.

Le sigarette elettroniche sarebbero quindi soggette a una regolamentazione simile alle sigarette convenzionali in termini di età di vendita, pubblicità e fumo nei luoghi pubblici.

 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.