Per questa ennesima proposta da parte dell' FDA che vieterebbe la vendita online, le critiche sono state già pesantissime.

Il governo degli Stati Uniti sta considerando di vietare le vendite online di sigarette elettroniche.

Il capo della Food and Drug Administration (FDA) Scott Gottlieb ha ammesso che la mossa shock è una delle proposte "sul tavolo" come parte del suo giro di vite contro lo svapo teen.

Gottlieb ha spiegato che la FDA rivelerà di più sui suoi piani futuri entro novembre, quando pubblicheranno nuovi dati sull'utilizzo delle sigarette elettroniche da parte dei minorenni.

La proposta è già stata pesantemente criticata come un potenziale disastro per la salute degli Stati Uniti, con migliaia di ex fumatori che hanno abbandonato la loro letale dipendenza dalle sigarette analogiche grazie allo svapo.

Gottlieb ha dichiarato inoltre: "Una delle cose che stiamo osservando è se dobbiamo o meno modificare i nostri regolamenti per capire come vengono venduti questi prodotti, in particolare come vengono venduti online."

"Abbiamo due problemi - uno con l’ appeal - sono troppo attraenti per i bambini e l'altro è l'accesso - sono troppo accessibili ai bambini e riteniamo che il portale online sia uno dei motivi per cui sono così accessibili".

Ha poi ammesso che, in futuro, i prodotti da svapo potrebbero essere trattati come le sigarette, che sono vietate dalle vendite online, e gli attuali siti web di svapo potrebbero essere chiusi o oscurati.

Gottlieb ha anche rivelato che "nuovi limiti" sui prodotti aromatizzati di sigarette elettroniche sono in cantiere, dal momento che la gamma di gusti di caramelle alla frutta sul mercato è attualmente "troppo attraente" e "troppo accessibile" ai bambini.

La notizia arriva poche settimane dopo che la FDA ha affermato che c'è stata un'epidemia di svapo da parte dei giovani citando cinque noti brand - Juul, Vuse, MarkTen, blu e-cigs e Logic – che dovranno presentare dei piani per affrontare l'uso dei loro prodotti da parte dei teenager entro 60 giorni.

Di recente ha anche lanciato una massiccia campagna pubblicitaria con locandine affisse in migliaia di scuole degli USA per cercare di scoraggiare lo svapo da parte dei ragazzi – ( criticato da accademici e sostenitori della salute come "irresponsabili" e potenzialmente inefficace.)

La notizia di una interruzione della vendita di prodotti da svapo online è stata anche oggetto di pesanti critiche da parte di medici, accademici e giornalisti.

Gregory Conley, della American Vaping Association , ha dichiarato al gruppo Axios che l'imposizione di divieti sulle vendite, specialmente degli aromi alla frutta, potrebbe danneggiare enormemente la salute pubblica degli Stati Uniti, poiché lo svapo ha aiutato oltre 4,5 milioni di ex fumatori a smettere di fumare.

Ha spiegato: "Vape Tropical Twist, che anche la maggior parte degli adulti svapa con aromi alla frutta.”
"Senza dubbio i sapori sono un motivo per cui le persone sono attratte dal prodotto, ma non è l'unico motivo per cui i giovani usano il prodotto. Quando il governo chiede loro: "Perché svapi?", Il numero uno e il numero due dei motivi sono: "È meno dannoso del fumo" e "perché è meno dannoso per chi mi sta intorno".

"Quindi ignorando il danno - il grave danno che tutto ciò arrecherebbe ai fumatori adulti, i giovani che usano questi prodotti esclusivamente per la nicotina, continueranno ad usarli con aromi o senza".

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.