Quattro gruppi medici a Hong Kong chiedono un divieto totale per le sigarette elettroniche, dopo che gli indicatori evidenziano un aumento del 55% degli alunni delle scuole che hanno provato il vaping.

"The Council on Smoking", la "Health, Federation of Medical Societies", la "Medical Association" e la "Dental Association" hanno unito le forze nel sollecitare i responsabili politici ad attuare un divieto totale per le sigarette elettroniche [ South China Morning Post ]. 

Daniel Ho Sai-yin, Council on Smoking and Health, ha sottolineato che i rapporti locali hanno rilevato che i ragazzi (delle scuole) che hanno provato le sigarette elettroniche è aumentata del 2,9% nell'anno scolastico 2016-2017 e del 4,5% nell'anno scolastico 2017-2018. Questo appello si aggiunge già alle altre richieste di limitazione sul settore del vaping come quello proposto da Zhang Jianshu , presidente dell'Associazione contro il tabacco di Pechino ad agosto o quello proposto dai genitori a luglio

Lo scorso giugno, i legislatori di Hong Kong hanno proposto nuovi regolamenti che vieterebbero le vendite di sigarette elettroniche e riscaldatori di tabacco e nuove avvertenze sulla salute da inserire nelle confezioni dei prodotti oltre al divieto di qualsiasi pubblicità. Essenzialmente queste regole equiparano questi prodotti alle sigarette convenzionali.

"Siamo estremamente preoccupati che legiferare per una semplice restrizione sulla vendita di sigarette elettroniche agli adulti non sia diverso dal permettere a ragazzi di far esplodere un'epidemia di dimensioni colossali", hanno affermato i quattro gruppi medici in una dichiarazione congiunta.

 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.