L'iniziativa è stata annunciata ieri dall'attuale Capo Esecutivo di Hong Kong "Carrie Lam Cheng Yuet-ngor" in carica dal 1º luglio 2017.

Hong Kong possiede un sistema politico diverso dalla Cina continentale. Il funzionamento dell'indipendente magistratura del paese funziona secondo il modello di ordinamento giuridico del Common law. La Hong Kong Basic Law, il documento costitutivo, stabilisce che la regione goda di un alto grado di autonomia in tutti gli aspetti, tranne che nelle relazioni estere e nella difesa militare. Nonostante Hong Kong possieda un sistema multipartitico fiorente, un piccolo elettorato controlla la metà della sua legislatura. Lo "Chief Executive of Hong Kong" (Capo Esecutivo di Hong Kong), il capo del governo, è scelto da un comitato elettorale che varia da 400 a 1.200 membri, un sistema che sarà in vigore per tutti i primi 20 anni di dominio cinese.

Dopo aver indicato, in passato, che regolamenterebbe ma non vieterebbe i prodotti del settore del vaping, il governo di Hong Kong (nel discorso programmatico fatto dal capo esecutivo che riguarderebbe anche circa 250 iniziative diversificate per settori) ha deciso invece di istituire (tramite proposta) un divieto totale sull'importazione, fabbricazione, vendita, distribuzione e pubblicizzazione, tale divieto riguarderà anche i riscaldatori di tabacco (HNB). Non vi è alcuna proposta di vietare le sigarette, che producono enormi entrate fiscali per il governo.

Nella sua relazione, Lam, ha dichiarato che c'è anche "una mancanza di prove sufficienti per dimostrare che i prodotti possono aiutare a smettere di fumare", "la salute dei nostri cittadini, in particolare bambini ed adolescenti è più importante" , ignorando pesantemente tutti gli studi effettuati.

Ma la legge, se approvata, non vieterebbe il possesso di tali prodotti, il che significa che nelle aree designate gli utenti potrebbero ancora usare i dispositivi che erano stati precedentemente acquistati.

L'ex capo della salute, il dott. Ko Wing-man, aveva intenzione di introdurre un divieto simile nel 2016, ma gli studi sulla manovra avevano, a suo tempo, suggerito che una tale mossa sarebbe stata "abbastanza problematica". Anche nel 2015 il governo di Hong Kong aveva già provato a fare la stessa cosa.

Hong Kong è una regione autonoma della Repubblica popolare cinese dal 1997. In precedenza era stata una colonia britannica dal 1842, si trova a poche miglia a sud della capitale mondiale della produzione di dispositivi per il vaping "Shenzhen". Come "regione amministrativa speciale" della Cina, Hong Kong ha il suo sistema politico e la sua valuta. Ha una popolazione di 7,4 milioni di persone.

Segui il disclamer dei contenuti presenti sul blog.