La Knesset ha votato a favore di una proposta di legge per limitare la pubblicità, la commercializzazione ed il marketing degli accessori per fumatori.

La Knesset (il parlamento monocamerale di Israele, composto da 120 membri eletti ogni quattro anni) ha votato, la scorsa settimana, a favore di una proposta di legge per limitare la pubblicità, la commercializzazione ed il marketing degli accessori per fumatori imponendo che le confezioni di sigarette (e sigarette elettroniche) vengano uniformare con un colore marrone cupo verdastro. La nuova regolamentazione estende le attuali restrizioni relative al tabacco anche alle sigarette elettroniche e ne limita la pubblicità solo per la stampa, sotto vincoli significativi. 

La legge, che entrerà in vigore, impone anche che tutti i pacchetti di sigarette - comprese le sigarette elettroniche Juul - abbiano il packaging del colore Pantone 448c, scelto come il colore più brutto del mondo nel 2016 dai ricercatori di mercato.

Tale colore è già in uso in diversi stati quali Regno Unito, Francia e Australia dove i legislatori lo hanno adottato sperando un una riduzione del fascino grafico dei pacchetti e del packaging legato alle sigarette. Pertanto tale colore affiancherà le macabre foto dei danni alla salute legati al fumo presenti già su molti pacchetti di sigarette in diversi stati.

In Israele il tentativo di aggiungere queste foto è già stato rigettato a seguito di una obiezione del Vice Ministro della Salute "Yaakov Litzman" che ha definito tale inserimento "poco attraente" annoverando di contro l'aumento dei testi di avvertimento richiesti che risulterà raddoppiato.

Tale proposta di legge stabilisce anche una precisa regolamentazione per la produzione e la commercializzazione di liquidi per sigarette elettroniche con contenuto superiore alle direttive europee.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.