Il commissario FDA, Scott Gottlieb, ha convocato JUUL e ALTRIA per chiedere spiegazioni sulle vendite e sulle loro intenzioni per combattere l'epidemia di vaping.

Scott Gottlieb ha, poco tempo fa, contattato cinque produttori del settore delle sigarette elettroniche (produttori anche di prodotti relativi al tabacco) per convincerli a proporre delle soluzione che avrebbero tenuto i giovani lontano dalla "epidemia di vaping" tanto da lui dichiarata. Chi più chi meno tutti produttori hanno cercato di adeguarsi.

Spiegato alle aziende del tabacco che dovevano assolutamente trovare soluzioni per rallentare lo svapo nei giovani statunitensi, pena la rimozione dei loro prodotti dal mercato entro 60 giorni, qualche settimana dopo, Juul presentò un vasto piano d'azione destinato ad andare in questa direzione attuando non solo l'eliminazione di alcuni prodotti dalla commercializzazione ma inserendo un sistema di verifica di età, unico nel suo genere, sul sito web di acquisto on-line dell'azienda.

Attraverso la CNBC apprendiamo che il commissario della FDA ha convocato di recente JUUL e Altria (ove quest'ultima ha acquisito azioni di JUUL) nella sede dell'organizzazione (FDA) per avere una spiegazione, in quanto sembra che le due aziende, oramai partner, "neghino la loro promessa fatta all'agenzia per combattere l'aumento dello svapo giovanile ".

Interrogato telefonicamente dalla CNBC, il commissario ha dichiarato:

"Sono preoccupato. Qualcosa è cambiato. Hanno nuove idee? Perché Altria si è impegnata a sostenere l'espansione della vendita di JUUL che, di contro, potrebbe portare ad un aumento dell'epidemia di vaping tra i giovani?"

Gottlieb risulta preoccupato in quanto sia Altria che JUUL, quando contattati mesi fa, erano stati molto disponibili a cercare delle soluzioni per andare incontro alle direttive dell'agenzia. Forse l'acquisizione del 35% delle quote di JUUL da parte di Altria, che ha espresso una posizione "diversa" promettendo di utilizzare i suoi canali di vendita per promuovere JUUL, ha preoccupato il commissario tanto da pensare che il tutto possa essere cambiato.

Allo stesso modo, Altria sembra fortemente impegnata nell'obiettivo della FDA di ridurre lo svapo minorenne. In una dichiarazione alla FDA, Altria ha detto:

"Allo stesso tempo, sappiamo che prevenire l'uso delle sigarette elettroniche da parte dei giovani rimane una priorità fondamentale per preservare la redditività a lungo termine di tali prodotti per i fumatori adulti che non possono o non vogliono smettere."

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.