La delegata del Colorado "Diane DeGette" prevede questa settimana di presentare una legge che vieterebbe le aromatizzazioni per le sigarette elettroniche.

 

Il dibattito nasce sempre per il solito "ambiguo" motivo: I giovani e le sigarette elettroniche. La delegata del Colorado "Diana DeGette" questa settimana presenterà una legge che imporrebbe il divieto totale di aromatizzazioni, riguardo ai liquidi, per sigaretta elettronica a livello nazionale. 

L'annuncio è stato effettuato ieri dall'ufficio della DeGette e dovrebbe essere presentato alla Camera prevedendo un lungo dibattito non solo sulle aromatizzazioni ma anche sulla regolamentazione del settore. 

Alcuni, parlando degli aromi, imporranno l'idea che quest'ultimi sono uno strumento importante per convincere i fumatori adulti a passare alle sigarette elettroniche con notevoli vantaggi per la salute, mentre altri vorranno, sicuramente, vietarli interamente e faranno appello all'epidemia di vaping nei ragazzi.

"Per me, non esiste alcun motivo legittimo per vendere prodotti con nomi che riportano diciture come zucchero filato o tutti i frutti a meno che non si stia tentando di commercializzarlo ai bambini", ha detto in una nota Lunedi, DeGette alla CNN. "La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che i gusti rivolti ai bambini che i produttori di sigarette elettroniche vendono con questi denominazioni sono una delle cause principali di questo picco d'uso tra gli studenti delle scuole medie e superiori".

Il disegno di legge di DeGette potrebbe diventare legge, mettendo al bando gli aromi "attraenti" entro l'anno se le aziende non potranno dimostrare alla Food and Drug Administration (FDA) statunitense che gli aromi non sono, come ha sottolineato, implicati nell'aumento dello svapo tra i ragazzi. Potrebbe essere, inoltre, richiesto alle aziende di dimostrare che tali aromi sono fondamentali per indurre i fumatori ad abbandonare le sigarette tradizionali e non provocano danni alla salute.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.