Ulteriore “manovra” di sensibilizzazione riguardante gli aromi per sigarette elettroniche. Impedire la vendita di prodotti aromatizzati con nicotina in alcuni negozi e online.

Dopo avervi annunciato che Ned Sharpless, direttore del National Cancer Institute, è stato nominato come sostituto "temporaneo" a guida della FDA, ovvero l'ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, sono appena giunte delle notizie inerenti ad una ulteriore “manovra” di sensibilizzazione riguardante gli aromi per sigarette elettroniche.

Nello specifico, la FDA (Food and Drug Administration) vorrebbe impedire la vendita ad alcuni negozi di prodotti aromatizzati contenenti nicotina, quindi sia sigarette che liquidi per sigaretta elettronica, a meno che il negozio in questione non possa impedire l’accesso a tali oggetti ai minori di diciotto anni o almeno creare un’area separata dal resto del locale priva di una facile accessibilità.

Continuando, oltre a “colpire” i negozi fisici, la proposta limiterebbe anche le vendite online di prodotti aromatizzati al tabacco e inserirebbe obbligatoriamente la verifica dell’età prima di consentire al cliente l’effettivo acquisto inoltre, i prodotti venduti in rete dovrebbero disporre di servizi indipendenti che verifichino la veridicità delle informazioni rilasciate dai clienti al momento del completamento dell’ordine, un po' come un grande registro pubblico dove vengono riportate le informazioni anagrafiche di ogni singola utenza.

L’interno iter proposto dalla FDA servirebbe ulteriormente a limitare il rischio che i giovani vengano attratti dai liquidi e aromi per sigaretta elettronica oppure dalle sigarette aromatizzate e quindi vengano condotti verso l’assunzione di nicotina senza alcuna effettiva protezione. Entro il 2021 inoltre l’ente vuole riuscire a porre delle regole base per la commercializzazione di tali prodotti, portando così alla eliminazione dal mercato di alcuni (come le sigarette aromatizzate o alcuni aromi) e alla vendita controllata di altre (come i liquidi appunto per e-cig).

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.