Più di 150 malati di cancro, volontari e legislatori si sono radunati nel Massachusetts State House lo scorso 28 marzo per fare pressione su diversi progetti anti-tabacco che dovrebbero arrivare a breve nell’aula del Parlamento.

La manifestazione è stata organizzata dalla “American Cancer Society Cancer Action Network”, o ACS CAN, con l’intento di sostenere la legislazione che vieta specificatamente i prodotti aromatizzati al tabacco e quindi anche i liquidi aromatizzati contenenti nicotina per le sigarette elettroniche nei negozi del Massachusetts ed è stata presentata una ulteriore e nuova proposta di legge che aumenta le tasse sugli stessi prodotti.

I senatori John Keenan, D-Norfolk e Plymouth, hanno supportato in toto la proposta che vieterebbe la vendita dwi prodotti sopracitati, affermando che il disegno di legge è ora al vaglio; inoltre è stata inserita una ulteriore precisazione al suo interno la quale sottolinea che la vendita dovrebbe essere proibita anche ad aromi come menta, mentolo e mango. Ancora una volta (come ormai troppo spesso sentiamo dire in queste settimane) tale decisione deriverebbe dal fatto che i prodotti aromatizzati attrarrebbero sempre più i giovani che, a causa dei liquidi con nicotina al loro interno li porterebbero successivamente sulla via della “dipendenza” o del “tabagismo”.

"Questi prodotti vengono venduti ai giovani senza alcuna effettiva limitazione, con l’idea che abbiano il sapore di caramelle o menta", ha detto Keenan, "Danno la falsa sensazione che non siano pericolosi e fanno pensare che siccome non si trattano di una sigarette allora non siano per nulla dannosi.”

Keenan ha collaborato con ACS CAN sulla legislazione perché desidera che i legislatori rendano la lotta per la dipendenza da nicotina una priorità fondamentale, soprattutto per salvaguardare le nuove generazioni inoltre la legislazione fiscale aumenterebbe la tassa sulle sigarette di 1 dollaro, l'imposta sul sigaro del 40% e creerebbe una tassa del 70% sui prodotti destinati al mercato della sigaretta elettronica.

Marc Hymovitz, direttore delle relazioni governative per l'ACS CAN nel Massachusetts, ha inoltre dichiarato in una recente intervista:

"L’esperienza e le prove raccolte negli anni ci dicono che uno dei modi più efficaci per convincere la gente a smettere di fumare, e impedire ai bambini di iniziare, è quello di aumentare il prezzo dei prodotti”

Secondo un’affermazione apparsa sul sito web del Surgeon General, aumentare il prezzo dei prodotti del tabacco insieme ad altre strategie di prevenzione, come campagne mediatiche e programmi scolastici, può dimezzare il fumo minorile in sei anni.

In Massachusetts, 140 città stanno già regolamentando (o vietano addirittura) i prodotti a base di tabacco aromatizzati in tutti i negozi tranne quelli specifici per la loro vendita.

Il senatore Stewart ha detto che il disegno di legge che vieta i prodotti alla nicotina aromatizzati risulta essere uno dei primi del suo genere e quindi, una volta divenuto effettivo potrebbe aiutare gli altri stati a passare leggi simili.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.