Sembrava quasi fatta ed invece tutto viene semplicemente "bloccato" fino al 28 giugno 2019 per il risarcimento di 15 miliardi di dollari di Big Tobacco.

Sembrava quasi fatta ed invece tutto viene semplicemente "bloccato" fino al 28 giugno 2019 per il risarcimento di 15 miliardi di dollari a oltre 100.000 vittime dei loro prodotti a base di tabacco che tre importanti lobby del tabacco sono state condannate a pagare.

Neanche un mese fa, Japan Tobacco International è riuscita a fermare tutti i procedimenti legali che la riguardavano grazie alla protezione dei creditori attivata dalla Corte Superiore dell'Ontario (CCAA.) e negli ultimi giorni Radio Canada ha diramato la notizia che anche le altre compagnie hanno tale sentenze bloccata fino alla data sopra riportata.

Seppure le tre aziende imputate risultino per il momento sotto l’ala protettiva del tribunale dell’Ontario e le vittime sopracitate non si siano opposte a tale decisione, rimangono con tutta probabilità solamente due settimane prima che la Corte decida (verso la metà del mese attuale) di ribaltare la situazione e portarle quindi “alla sbarra”.

Gli avvocati delle vittime accusano le tre compagnie di tabacco di aver utilizzato delle tecniche troppo persuasive. Altri otto governi provinciali si sono dichiarati molto preoccupati per la situazione venutasi a creare e soprattutto perché il giudice dell'Ontario, che ha concesso tale protezione, ha anche sospeso tutti gli appelli del paese contro questi tre giganti del tabacco.

Ovviamente però tale ammissione da parte delle province sopracitate non è stata fatta perché preoccupate che le vittime ricevano il risarcimento da loro dovuto ma perché sperano di recuperare i miliardi di dollari che hanno speso per curare le malattie legate al tabacco.

Nella vicenda quindi l’unica pecora nera sembra essere proprio il tribunale dell’Ontario che inaspettatamente (e senza senso apparente) continua a voler assecondare e regalare del tempo prezioso alle aziende produttrici di tabacco in questione.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.