Se da una parte molti paesi si stanno adoperando per promuovere e regolamentare le sigarette elettroniche ad Hong Kong, di contro, si rischia l'estinzione.

Se da una parte molti paesi si stanno adoperando per promuovere, regolamentare o dare una possibilità al settore della sigaretta elettronica, dall’altra molti altri stanno prendendo una via più diretta e drastica. Questo sembra essere il caso di Hong Kong, dove la sigaretta elettronica sembra essere ormai vicina “all’estinzione”.

Vista la criticità della situazione,“Carrie Wade”, Direttore della politica di riduzione dei rischi, e“Clive Bates”, direttore di Counterfactual a Londra hanno pubblicato una lettera per difendere la riduzione del rischio. All’interno di quest’ultima i due esponenti sopracitati hanno rilasciato delle dichiarazioni inerenti alla situazione che si sta verificando ad Hong Kong.

Siamo preoccupati per la richiesta di un divieto totale delle sigarette elettroniche e dei prodotti legati al mondo dei vaporizzatori, i quali costituiscono comunque una alternativa a basso rischio.Le ragioni di questo divieto non tengono conto del potenziale di riduzione del danno per aiutare i fumatori ad abbandonare definitivamente i prodotti contenenti tabacco.

Continuando, i due esponenti hanno dichiarato che attualmente i prodotti alternativi alle sigarette tradizionali si sono dimostrati molto validi e diversi recenti studi hanno riportato l’effettivo beneficio delle sigarette elettroniche e similari.

Speriamo che gli esponenti politici abbiano a cuore il tema della salute pubblica, del benessere dei propri cittadini e adotteranno un regolamento proporzionato agli ipotetici rischi piuttosto che a un divieto totale.

A Hong Kong è risultato che proprio nei giovani fumatori (da 20 a 39 anni) che l'uso di sigarette elettroniche  è in aumento, con una correlata diminuzione nell'uso di sigarette tradizionali. Ovviamente il bando totale dei prodotti sopracitati potrebbe portare una inversione di marcia e quindi un aumento del tasso dei fumatori nella fascia età sopra riportata.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.