A meno che non si impegnino a cessare completamente di fumare la Nagasaki University, a sud ovest del Giappone, non recluterà più docenti fumatori.

Ha deciso di interrompere il reclutamento di docenti fumatori la Nagasaki University a sud ovest del Giappone in quanto il suo diretto portavoce Yusuke Takakura ha commentato:

"Pensiamo che il fumo non vada a braccetto con il lavoro nell'istruzione".

Takakura ha inoltre spiegato come questa decisione non va contro le libertà individuali garantite dalla legge ma è pienamente a favore di ambienti e luoghi esenti dal fumo. L'università giapponese è la prima a porre tali restrizioni che non si rivolgono solo al reclutamento di insegnanti ma anche alla dismissione del fumo in tutta l'università in quanto - conferma Takakura - verrà aperta una clinica per coloro che hanno difficoltà a smettere e a liberarsi della dipendenza.

E' bene ricordare come il Giappone è stato, da sempre, un paradiso per i fumatori che possono fumare tranquillamente negli spazi chiusi, quali ad esempio i ristoranti, anche se la politica anti-fumo in strada e all'aperto è nettamente più severa. A partire dal 2000 molto comuni hanno limitato l'uso delle sigarette per motivi di sicurezza, buone maniere ed inquinamento. 

Precedentemente, come abbiamo già riportato, nella corsa ai giochi Olimpici del 2020 il consiglio comunale di Tokyo ha adottato un decreto per combattere più attivamente il fumo passivo inserendo anche le sigarette elettroniche

Il testo bandisce le sigarette e le sigarette elettroniche in tutti i ristoranti, indipendentemente dalle loro dimensioni, anche se è possibile installare, a certe condizioni, spazi chiusi per fumare, luoghi in cui cibo e bevande non saranno serviti.

A livello nazionale, è stata approvata una nuova legge, con l'entrata in vigore prevista per il prossimo anno, ma è molto meno severa in quanto non obbliga i ristoranti di piccole dimensioni (meno di 100 m2) a vietare il fumo. Il che significa che il 55% degli stabilimenti sarà di fatto esente.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.