Il Canada approva un emendamento sul packaging dei pacchetti di sigarette per avviare una lotta serrata contro il tabagismo.

Stando a quanto pubblicato ufficialmente nelle ultime ore, il Canada ha approvato un emendamento nel quale si evince che a partire dal 9 novembre 2019 tutte le aziende produttrici di sigarette dovranno modificare il design dei propri pacchetti, compreso il colore e il fonte delle scritte.

Nello specifico, il colore del pacchetto dovrà essere (per tutti i marchi) completamente neutro e di una colorazione che ne scoraggi l’acquisto, per questo è stato scelto il marrone, inoltre anche le scritte dovranno avere un layout standardizzato per tutti. Questa scelta è stata, antecedentemente, fatta dal Governo francese per aumentare l’impatto sul consumatore delle scritte di avvertimento e immagini forti presenti su tutti i pacchetti di sigarette.

Secondo le ultime statistiche rilevate da Health Canada, il paese conta più di quattro milioni di fumatori che corrispondono a quasi il 17% della popolazione, percentuale che l’attuale Governo ha dichiarato di voler diminuire almeno del 5% entro il 2035.

Per una volta possiamo affermare che la presa di posizione politica canadese nei confronti delle sigarette tradizionali è stata accolta positivamente da tutti gli esponenti, inoltre la “Canadian Cancer Society” l’ha definita come la migliore e più completa al mondo.

Insomma, potrebbe essere davvero un esempio che altre nazioni potrebbero seguire, se poi lo si unirebbe anche ad una campagna di sensibilizzazione e informazione sulla alternativa fornita dalle sigarette elettroniche e gli altri prodotti a rischio ridotto allora il futuro potrebbe davvero essere un futuro con meno tabagisti in tutto il mondo entro i prossimi 15 anni.

 

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.