La deputata Eleanor Holmes Norton ha avanzato una proposta di legge che vieterebbe l'utilizzo delle sigarette elettroniche sui treni AMTRAK.

Amtrak è il nome commerciale della National Railroad Passenger Corporation, creata il primo maggio 1971 come sistema di trasporto extraurbano su ferrovia negli Stati Uniti. È una Corporation semigovernativa, il cui nome viene dall'unione dei termini "American" e "track". Ad oggi, grazie ad un articolo John Castle su Vapenews.com, veniamo a conoscenza che la deputata Eleanor Holmes Norton ha avanzato una proposta di legge che vieterebbe lo svapo sui treni della compagnia.

"Sebbene Amtrak abbia implementato la propria politica che vieta di fumare sui treni, questa politica potrebbe essere invertita se non codificata, in particolare per quanto riguarda le sigarette elettroniche. Il mio progetto di legge renderebbe il divieto una legge federale e metteremo il Congresso a verbale a sostegno della protezione delle persone dal fumo passivo e dei suoi comprovati effetti negativi sulla salute. Sto ricordando ai miei colleghi le innumerevoli vite perse durante i decenni in cui ci sono voluti degli anni per vietare il fumo nelle aree pubbliche. Non dovremmo fare di nuovo lo stesso errore ritardando il divieto delle sigarette elettroniche e dei dispositivi vaping sui treni ".

Sebbene molte compagnie abbiano deciso di evitare l'utilizzo delle sigarette elettroniche a bordo dei treni, il problema, che ci enuncia Castle, è quello della comparazione dell'utilizzo delle sigarette elettroniche nei treni e sugli aerei. Mentre nell'ultimo caso è del tutto "normale" vietare la possibilità di svapare, nel caso del treno, dove si prende in considerazione il vapore passivo, studi hanno dimostrato che tale vapore non è dannoso e pertanto non c'è equivalenza nel comparare il fumo passivo con il vapore emanato dalle sigarette elettroniche.

Tuttavia le dichiarazioni del membro del congresso ignorano queste distinzioni.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.