Dopo i primi sintomi che preannunciavano una imminente presa di posizione da parte del Governo del Vermont ora è arrivata una vera e propria “stangata” nei confronti dei liquidi per sigaretta elettronica.

Nello specifico, questa nuova legge attuata dallo stato sopracitato vieta severamente la vendita di liquidi per sigaretta elettronica,contenenti o meno nicotina, nei negozi online. Questo disegno di legge propone infatti  di vietare a chiunque di vendere sigarette elettroniche, liquidi per queste ultime o altri prodotti affini al tabacco nel Vermont a meno che il soggetto in questione (che le vende) non sia un rivenditore all'ingrosso autorizzato o abbia acquistato i prodotti da un rivenditore autorizzato.

Una ulteriore precisazione è stata fatta anche sulla possibilità di spedizione, la quale non potrebbe avvenire verso soggetti privati ma solamente verso altri rivenditori o grossisti. Ovviamente la “rappresaglia” da parte dei sostenitori dell’associazione “Smoke-Free” non si è fatta attendere e in una recente dichiarazione hanno espresso tutto il loro disaccordo con quanto attuato dai politi del Vermont.

Questa legge non minerà solamente l’economia di un settore che negli Stati Uniti sta subendo continue penalizzazioni ogni giorno, ma avvantaggerà anche i rivenditori di sigarette tradizionali i quali non avendo dei “competitor più salutari” avranno vita facile e quindi si sentiranno anche protetti.

Insomma, sembra proprio che questa nuova legge non sia stata accuratamente ponderata e soprattutto non voglia tener conto di tutti i sacrifici e difficoltà che ogni giorno il settore della sigaretta elettronica (e di chi ci lavora dentro) deve affrontare.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.