All’inizio di quest’anno in Nuova Zelanda una nuova legge anti-fumo avrebbe dovuto vietare l’utilizzo di sigarette tradizionali all’interno delle auto.

Di fatto la legge è stata approvata, ma potrebbe essere introdotto anche il divieto di utilizzo delle sigarette elettroniche all’interno delle vetture, questo per salvaguardare la salute di tutti i passeggeri oltre al conducente.

“Tale scelta in primis è stata applicata per salvaguardare la salute dei bambini, in secondo luogo è necessaria per raggiungere l’obbiettivo che ci siamo prefissati, ovvero l’estinzione della dipendenza da fumo o nicotina prevista per il 2025. Troppi bambini neozelandesi, in particolare i bambini maori e del Pacifico, sono esposti al fumo passivo all’interno dei veicoli in cui di solito viaggiano. I bambini sono particolarmente vulnerabili a tali effetti nocivi a causa dei loro polmoni più piccoli, della maggiore frequenza respiratoria e del sistema immunitario immaturo.” Ha dichiarato il Ministro della Sanità "Jenny Salesa".

Jonathan Devery, direttore di Alt New Zealand, ha commentato: 

Il Governo ha fatto un ottima scelta vietando l’utilizzo delle sigarette tradizionali all’interno delle vetture, siamo inoltre lieti del fatto che la sigaretta elettronica stia venendo esaminata separatamente rispetto a quella tradizionale, un ottimo segnale per il settore. La nostra speranza è che si continui a fare questa distinzione tra i due prodotti in maniera tale da avere una legislatura specifica per il prodotto a danno ridotto.”

Il governo sta facendo un ottimo lavoro per raggiungere l’obbiettivo della Smoke Free 2025. Tuttavia, la chiave per il successo continuo sarà mantenere il fumo e il vapore completamente separati. Assicuriamoci che i fumatori neozelandesi non possano essere confusi, per fare ciò i fumatori neozelandesi devono essere necessariamente informati che la sigaretta elettronica è il miglior prodotto per la cessazione della dipendenza da tabacco."

Ricordiamo inoltre che due settimane fa, il Ministro Neozelandese ha dato il via libera all’apertura del primo sito che promuove la sigaretta elettronica come strumento per la riduzione del danno da fumo. Inoltre la distinzione che sembra esserci nel paese (a livello politico) tra i due prodotti è sicuramente un’impronta che dovrebbero seguire tutti i paesi in maniera tale da riuscire ad avere una legislatura specifica per le sigarette elettroniche.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.