La FDA annuncia una nuova campagna contro la sigaretta elettronica dedicata esclusivamente ai giovani di età compresa tra i 12 e i 17 anni.

Secondo un comunicato stampa, il "sito web creato appositamente per la campagna e i canali social sono destinati solo al pubblico di età compresa tra i 12 e i 17 anni". L'agenzia americana quindi vuole far credere al pubblico che il messaggio sarà micro-mirato agli adolescenti, mentre sarà “invisibile” agli occhi degli adulti, i quali potrebbero rimanere colpiti dal forte messaggio che la FDA vuole lanciare per mettere in guardia gli adolescenti sui rischi derivati dall’utilizzo della sigaretta elettronica.

Ovviamente come sappiamo online è impossibile riuscire a effettuare una campagna del genere senza che questa possa essere visualizzata dal grande pubblico, adolescenti o adulti che siano, inoltre, la FDA non ha deciso di ridimensionare il messaggio “anti-vaping” in maniera tale che così possa essere destinato a specifici individui ma lo ha lasciato generalizzato e che non fa alcuna distinzione.

L’ente americano ha inoltre inserito un messaggio davvero molto forte all’interno della sua nuova campagna, stando a quanto riportato infatti si evince che (a detta della FDA) gli adolescenti che provano ad utilizzare la sigaretta elettronica sono più propensi ad iniziare a fumare. Quello che però come al solito viene omesso è il dato inerente al fatto che da quando la sigaretta elettronica è arrivata sul mercato si è registrato che il tasso di fumo tra i giovani è al minimo storico.

Oltre alla campagna online la Food and Drug Administration ha affermato che verranno spediti una serie di poster a tutte le scuole degli Stati Uniti i quali mirano a mettere in guardia i giovani sul rischi derivato dall’utilizzo della sigaretta elettronica (delle sigarette tradizionali no?).

Insomma, dopo l’assurdo video pubblicato da Truth Initiative che inneggiava alle problematiche relative alla nicotina e prodotti dalle pod in plastica e la pubblicità che vedeva la sigaretta elettronica come un parassita per i giovani ora torna alla carica anche la FDA con la sua nuova iniziativa “rivolta ai giovanissimi”. Sinceramente sembra solamente l’ennesima scusa per attaccare un settore che ormai sta subendo duri colpi da tutti i fronti.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.