Il Ministro delle Finanze indiano Nirmala Sitaram ha annunciato oggi che il Consiglio dei ministri ha approvato la messa al bando totale delle sigarette elettroniche.

Il Ministro delle Finanze indiano Nirmala Sitaram ha annunciato oggi che il Consiglio dei ministri ha approvato la messa al bando totale delle sigarette elettroniche ed i narghilè che usano la stessa tecnologia.

Il bando riguarda la produzione, il commercio, l'import e l'export, la vendita, la distribuzione, lo stoccaggio e qualsiasi forma di pubblicità sulle sigarette elettroniche, e verrà reso esecutivo con un decreto legge, che sarà sottoposto al voto del Parlamento nella prossima sessione, quella invernale, che si aprirà a ottobre.

L'India in questo momento non produce sigarette elettroniche, che importa da altri paesi, al più solo assembla le componenti. Per chi viola il provvedimento è previsto fino a un anno di carcere e sanzioni di 100mila rupie (1.404 dollari). Per chi reitera il reato, la condanna può arrivare fino a tre anni e la sanzione fino a 500mila rupie.

Segui il disclaimer dei contenuti presenti sul blog.